36 ore in Nicaragua: un tour intorno al paradiso vulcanico

Un giro nel paradiso vulcanico

Per molti anni il Nicaragua è stato fuori dal percorso turistico a causa del suo clima politico turbolento. Oggi, con lo sconvolgimento politico del passato, il Nicaragua sta attirando backpackers, famiglie e viaggiatori più anziani per sperimentare la sua affascinante cultura e bellezza naturale. In questa guida scoprirai le cose migliori da controllare durante un weekend in campagna.

Mercato artigianale di Masaya (Managua)

Per dare una buona occhiata all’artigianato nicaraguense dovresti visitare il mercato di Managua, dove vedrai amache intrecciate in una serie di colori vivaci, intagli, gioielli in ceramica e altri oggetti tradizionali realizzati da artigiani locali. Prova anche il cibo e le bevande venduti al mercato per provare l’autentica cucina nicaraguense.

Vulcani

Il Nicaragua ospita una miriade di vulcani attivi ed estinti e una visita al Parque Nacional Volcán Masaya , dove puoi nuotare in un lago vulcanico, è un must assoluto. Situata appena fuori Managua, questa area vulcanica ha dodici miglia di sentieri escursionistici che si snodano tra ex campi di lava e un enorme cratere di zolfo.

Imbarco sul vulcano

Hai voglia di scivolare lungo il fianco di un vulcano attivo su uno snowboard? Chi non lo fa? Al vulcano Cerro Negro puoi farlo! L’abbondanza di ghiaia vulcanica che copre i lati del vulcano ha reso l’imbarco estremamente popolare. A seconda del tuo livello di esperienza, sfreccia giù per i pendii sul fondo o puoi farlo in stile eroe d’azione in piedi.

Plaza de la Revolución

Plaza de la Revolucion si trova nel centro storico di Managua, sulle rive del lago Xolotlan  . L’architettura risale all’epoca coloniale e adiacenti alla piazza si trovano alcuni degli edifici più importanti di Managua, tra cui la Catedral de Santiago, il Teatro Nazionale Rubén Dario, il Palazzo Nazionale della Cultura e il Parque Central.

Catedral de Santiago

Conosciuta come “la vecchia cattedrale”, la Catedral de Santiago è stata costruita negli anni ’20 ma è stata gravemente danneggiata dal terremoto del 1972 e abbandonata. Un ottimo esempio di architettura neoclassica, il suo stato abbandonato gli conferisce anche un’atmosfera meravigliosamente spettrale.

Teatro Nazionale Rubén Dario

Prende il nome dal famoso poeta nicaraguense, il teatro è uno dei più famosi dell’America centrale. È stato uno dei pochi edifici sopravvissuti al terremoto del 1972. Il teatro ospita tutta una serie di attività come concerti, mostre e spettacoli culturali.

Parque Central

Nel Parque Central puoi trovare molti monumenti storici dedicati agli eroi e ai poeti nazionali.

Spiagge

Con spiagge che si estendono lungo l’Oceano Pacifico e il Mar dei Caraibi, non mancano posti dove sdraiarsi al sole e fare una nuotata. Le spiagge del Nicaragua ospitano anche alcune grandi onde, rendendola una destinazione popolare per i surfisti.

Le spiagge lungo l’Oceano Pacifico sono generalmente più sviluppate per il turismo ei surfisti tendono a restare su questa costa. La spiaggia più vicina a Managua è quella di Pochomil, dove si possono trovare bar, ristoranti e attività come l’equitazione. Se vuoi goderti una spiaggia più tranquilla, dovresti andare sulla costa caraibica incontaminata, che ti dà la possibilità di apprezzare il meraviglioso paesaggio del Nicaragua senza distrazioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Com’è davvero vivere a Wellington, in Nuova Zelanda?

Itinerario di 3 giorni a Osaka: guida completa + gita di un giorno a Nara