Matrimoni: Cammino greco-ortodosso

Il modo greco-ortodosso

Il servizio di matrimonio nella fede greco-ortodossa è una cerimonia antica e bellissima, celebrata da secoli nella sua forma attuale.

La cerimonia di matrimonio è piena di simbolismo ed è una grande esperienza se non ne hai mai partecipato prima, perché è probabile che sia molto diversa dagli altri matrimoni a cui hai partecipato in Europa occidentale. Il servizio è anche piuttosto unico perché gli sposi non si fanno voti l’uno con l’altro: la loro presenza insieme in chiesa significa che sono seriamente intenzionati a sposarsi. Non ci sono prove di matrimonio e la cerimonia di solito ha un’atmosfera molto rilassata: gli ospiti scattano foto ogni volta che lo desiderano e spesso chiacchierano tra loro in silenzio durante la cerimonia.

L’inizio del matrimonio

Nella maggior parte dei casi gli invitati al matrimonio aspetteranno con lo sposo fuori dalla chiesa fino all’arrivo della sposa (alcuni subdoli professionisti del matrimonio entreranno presto in chiesa per assicurarsi un buon posto). In estate, quando si svolge la maggior parte dei matrimoni, non è insolito che le cerimonie vengano organizzate una dopo l’altra, quindi gli ospiti che partecipano a un matrimonio spesso staranno con coloro che hanno appena partecipato al matrimonio precedente, mentre si stanno preparando a partire. I commentatori di abiti da sposa tra la folla prenderanno in considerazione e discuteranno almeno due spose e forse anche una terza mentre lasciano la chiesa: affare! Nel frattempo, lo sposo attende la sposa all’ingresso della chiesa, con in mano il suo bouquet floreale. Glielo porge quando si incontrano e poi entrano insieme seguiti dagli ospiti. Non c’è separazione degli invitati in ospiti della sposa e ospiti dello sposo: tutti siedono insieme e nel caso di piccole chiese, molte persone preferiscono stare in un punto dove possono avere una buona visione del procedimento.

Servizio di fidanzamento

La cerimonia nuziale stessa è divisa in due parti: il servizio di fidanzamento e la cerimonia del sacramento del matrimonio. Lo scambio degli anelli è il fulcro del servizio di fidanzamento. Il sacerdote benedice gli anelli tenendoli nella mano destra e facendo il segno della croce sulle teste degli sposi. Gli anelli vengono quindi posizionati sul terzo dito della mano destra. Il Koumbaro , lo sponsor religioso della coppia, poi scambia gli anelli tra le dita della sposa e dello sposo, tre volte. Un certo numero di rituali nella cerimonia vengono ripetuti tre volte e questo simboleggia la Santissima Trinità: Dio Padre, Figlio e Spirito Santo.

Cerimonia del Sacramento del Matrimonio

Questa cerimonia è composta da diverse parti chiave. In primo luogo, vengono recitate diverse preghiere e poi, al termine, il sacerdote si unisce alle mani giuste degli sposi. Le loro mani rimangono unite fino alla fine della cerimonia nuziale, che simboleggia l’unione della coppia.

L’incoronazione

Gli sposi sono coronati da corone sottili, o stefana , che sono unite da un nastro bianco e sono state benedette dal sacerdote. Le corone simboleggiano la gloria e l’onore che viene conferito loro da Dio e il nastro simboleggia la loro unità. Il koumbaro quindi scambia le corone tra le teste della coppia, tre volte.

La Coppa Comune

L’incoronazione è seguita dalla lettura del Vangelo, che racconta le nozze di Cana in Galilea. Fu a questo matrimonio che Gesù compì il suo primo miracolo, trasformando l’acqua in vino, che fu poi dato alla coppia sposata. Il vino viene dato alla coppia e ciascuno ne beve tre volte.

La passeggiata cerimoniale

Il sacerdote guida gli sposi, che indossano ancora la loro stefana, tre volte intorno all’altare ai primi passi di coppia. Il Koumbaro segue da vicino la coppia che tiene il posto della stefana. A questo punto la coppia (e chiunque si trovi nelle vicinanze) viene solitamente inondata di riso, che in precedenza era stato distribuito agli invitati al matrimonio. Il sacerdote farà spesso uso della Bibbia che tiene in mano per proteggersi!

La rimozione delle corone

Quando il Cerimoniale è terminato, il sacerdote benedice gli sposi, le corone vengono rimosse e quindi separa le loro mani precedentemente unite con la Bibbia, ricordando loro che solo Dio può rompere l’unione in cui sono appena entrati.

Tradizioni nuziali

Sfortunatamente, molte delle informazioni disponibili sulle tradizioni nuziali greco-ortodosse sono un po ‘obsolete e contengono generalizzazioni che danno l’impressione che certe tradizioni siano seguite da tutti coloro che si sposano. Alcune di queste tradizioni sono descritte di seguito.

Sull’autore:
Emmanuel Mendonca si è trasferito in Grecia nel 2004 e sta facendo i conti con la sua nuova vita ad Atene. Pubblica articoli di viaggio e soggiorno in Grecia per i nuovi arrivati ​​ad Atene.

Altri commenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Consigli di viaggio ed etichetta cruciali da parte di un locale da sapere prima della partenza

Il mio primo premio: 50 migliori blog di viaggio del 2017