in

Unicorni, fate e principesse: il Giappone con i bambini

Il Giappone al suo più carino

Indossa la tua tutina da unicorno: il Giappone abbraccia tutto ciò che è kawaii (carino), rendendo il paese una delle principali destinazioni per le famiglie con piccoli principi e principesse al seguito. Dai caffè luminosi di gomma da masticare ai castelli fiabeschi, alle statue giganti di unicorno robot e ai ristoranti dove i commensali ricevono il trattamento regale, il Giappone ha tutto da offrire a chi ha un gusto per tutte le cose dolci e stravaganti. E non dimentichiamo che questa è una nazione con la sua monarchia nella vita reale, quindi i visitatori possono dare un’occhiata alle residenze reali, anche se è improbabile che siano invitati a ballare con il principe (o la principessa) affascinante a un ballo reale. Continua a leggere per la nostra guida su come sfruttare il tuo unicorno interiore e goderti il ​​Giappone al suo meglio.  

Cena nel paese delle meraviglie con Alice

I fan dell’eroina a caccia di conigli di Lewis Carroll si divertiranno in Giappone. Alice è così popolare nel paese che non ci sono uno ma cinque ristoranti a tema Alice nel Paese delle Meraviglie, quattro dei quali sono a Tokyo, mentre Alice in Fantasyland, ad Osaka, offre la possibilità di godersi l’esperienza culinaria di Alice fuori dalla capitale. Ogni ristorante della catena Alice ha la sua interpretazione del racconto classico, ma i temi in esecuzione sono porte giganti con copertine di libri, sedili e tavoli a forma di tazza da tè, cameriere in costumi di Alice e un menu progettato per assomigliare a un gigantesco libro pop-up. Il menu ha piatti a tema attorno a personaggi familiari come lo Stregatto e il Cappellaio Matto, e dato il loro dolce design, forse non sorprende che i dessert siano un punto forte. I pasti fissi partono da circa $ 20, o circa 20.000 yen.

Vai a individuare gli unicorni

Pochi genitori possono non aver notato che gli unicorni sono un grosso problema con i bambini in questo momento, e in effetti, cosa non c’è da amare di queste mitiche bellezze cornute? Le famiglie che amano gli unicorni in Giappone possono fare il check-in in un Unicorn Hotel a Nagano City. Capitale della Prefettura di Nagano, nota per la neve e lo sci, nonché per i suoi bellissimi palazzi e templi e per le sue scimmie quasi mitiche, Nagano è leggermente fuori dai sentieri turistici battuti ma è una buona opzione per le famiglie, che possono scegliere di soggiornare presso il piacevole Hotel Unicorn a prezzi accessibili (camere da circa $ 70, o circa 7.600 yen). Sebbene il tema dell’unicorno non si estenda molto oltre il nome e il logo dell’hotel, questo accogliente lodge ha un grazioso design giapponese tradizionale con alcuni bei tocchi colorati e confortevoli camere familiari. Al Kawaii Monster Cafe ad Harajuku (il quartiere di Tokyo famoso per la sua folle moda di strada colorata), il personale che svolazza tra gli arcobaleni e le giostre degli interni uber-kitsch è in realtà vestito da unicorni.

Ma queste bestie mitiche non devono essere dolci e femminili: i fan della classica serie di anime giapponesi Gundam possono divertirsi alla vista di una statua di Unicorn Gundam replica in scala reale – un robot unicorno di 19,7 metri di fronte a DiverCity Tokyo Plaza sull’uomo- ha reso l’isola di Odaiba, che è tutt’altro che simpatica (e si trasforma drammaticamente da “Modalità Unicorno” a “Modalità Distruttore” più volte al giorno, attirando ogni volta una folla piuttosto numerosa).

Fai il check-in in un hotel da favola

Anche gli adulti si sentiranno come piccole fatine o folletti quando entreranno nella Aso Farm Land a Kumamoto, (stanze da $ 200, o circa 2.600 yen), dove le cupole individuali super carine hanno la forma di fragole, casette di pan di zenzero, uova di dinosauro e altri modelli carini come un bottone. Ci sono aree giochi in abbondanza e calde sorgenti vulcaniche per alleviare lo stress e le tensioni dei viaggi con la famiglia in Giappone.

Nel frattempo, allo Yufuin Floral Village Hotel di Oita (camere a partire da circa $ 38), gli ospiti possono passeggiare per le strade che sembrano uscite da una fiaba ambientata in un pittoresco villaggio inglese. Con un incantevole sfondo di montagne, negozi a tema intorno a Very Hungry Caterpillar, Peter Rabbit e i Moomins, questo è un posto dolce e molto kawaii dove stare, ma – cattive notizie ragazzi – è solo donne (e bambini).

Box out: parco a tema deserto

Fino a poco tempo, gli esploratori in Giappone potevano fare come Scooby Doo e curiosare in un parco a tema abbandonato, completo di castelli fatati. Nara Dreamland che ha aperto negli anni ’60 nel tentativo di emulare il successo di Disneyland California, ed era quasi una copia carbone dell’originale Disney, trapiantato a Nara, l’ex capitale giapponese. Il numero dei visitatori iniziò a diminuire con l’apertura di una Disneyland Tokyo negli anni ’80, tuttavia, i successivi DisneySea e gli Universal Studios Japan (nella vicina Osaka) furono gli ultimi chiodi nella bara del parco. Ha chiuso i battenti nel 2006 ma è diventato il ritrovo preferito dei fotografi alla ricerca di scatti artistici. Dai un’occhiata a queste dello snapper francese Romain Veillon , scattate poco prima che il parco fosse demolito nel 2017.

Tokyo:

La moderna metropoli giapponese è ricca di attrazioni e attività Kawaii. Naturalmente, le attrazioni veramente grandi del biglietto sono Disneyland Tokyo e Tokyo DisneySea e il regno magico ha tutti i palazzi da sogno e le avventure da favola che le famiglie potrebbero desiderare. Lasciando da parte Disney (e le grandi folle), Tokyo ha la carineria a vanga. Non c’è uno ma quattro caffè di Alice nel Paese delle Meraviglie (il nome semplicemente Alice, a Kabukichu, ottiene punti extra per i genitori per i suoi ottimi cocktail); così come un Beauty and the Beast Cafe molto instagrammabile a Yokahoma, progettato per assomigliare al castello della bestia, completo di lampadari e armature. Aumentare il fattore carineria, e sicuramente attirare i bambini piccoli così come i fan adulti di Beatrix Potter è il deliziosoPeter Rabbit Garden Cafe a Jiyugaoka; la cui impressionante attenzione ai dettagli include abbondanti peluche, decorazioni a tema per feste in giardino inglese e un menu progettato come uno dei libri classici di Potter. Se c’è mai un modo per convincere i bambini piccoli a mangiare la loro verdura, sicuramente è dicendo loro che vengono direttamente dal giardino del contadino McGregor? I piatti sono persino completi di orecchie da coniglio commestibili.

Lasciandosi alle spalle il mondo della finzione, le famiglie di Tokyo possono provare a intravedere i reali reali al Palazzo Imperiale, che si trova in mezzo a grandi giardini con fossati nel centro della città vicino alla stazione di Tokyo. Mentre i giardini interni sono chiusi al pubblico per la maggior parte dell’anno, vengono aperti il ​​2 gennaio e il 23 dicembre, quando un’enorme folla attira per vedere l’Imperial Famil apparire sul loro grande balcone. Il resto dell’anno, i visitatori di Tokyo possono fare un tour guidato dei giardini esterni, o semplicemente passeggiare ammirando la grandiosa architettura e lasciando che i bambini brucino un po ‘di energia correndo sui ponti.

Le famiglie con soldi da spendere a Tokyo troveranno le stanze a tema Cenerentola a Tokyo Disney altrettanto favolosamente sgargianti come le giovani principesse potrebbero sognare, ma se non hai decine di migliaia di yen da spendere per una stanza, una famiglia decente a prezzi accessibili hotel vicino a ToykoDisney è il Family Resort Fifty’s insolitamente chiamato per Maihama (camere da $ 37). Sebbene l’arredamento sia datato, sono abbastanza spaziose, c’è WiFi gratuito e colazione a buffet, ed è a pochi passi dal Magic Kingdom.

Box out: Butler e Maid Cafes

Non sono per i gusti di tutti, di sicuro, ma una curiosità della scena gastronomica di Tokyo è il potenziale per essere serviti come principi e principesse della vita reale nei Maid Cafes e nei Butler Cafes che dividono le opinioni. Nel primo, le ragazze vestite in graziosi costumi da cameriera assecondano i capricci dei clienti come se fossero nobili proprietari, mentre nel secondo è una faccenda simile, ma con giovani intelligenti vestiti da maggiordomo. Se sei curioso, la scelta del gruppo è probabilmente il Butler’s Cafe , a Shibuyu, dove le commensali vengono chiamate ‘My Princess’ dai super-attenti ‘maggiordomi’ e possono persino indossare una tiara mentre si divertono a essere servite a portata di mano e piede.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Odontoiatria e cura degli occhi: dentisti, ortodontisti e ottici in Israele

Giappone con i bambini: fantastiche avventure per gli appassionati di fumetti