Usanze sociali: come sono le usanze locali?

Come sono le usanze locali?

Inutile dire che molte usanze arabe sono molto diverse da quelle occidentali, e dovresti essere consapevole di ciò che devi fare e non fare.

Sebbene gli arabi siano comprensivi ed è improbabile che si offendano per gli errori sociali, a condizione che derivino dall’ignoranza piuttosto che dalla malizia, sarai molto più benvenuto se ti familiarizzerai con i modi locali di fare le cose. È importante ricordare che sei straniero e devi quindi adattarti ai costumi e al comportamento sociale della regione, non il contrario. Oltre alle azioni e ai comportamenti considerati criminali, ci sono alcune regole non scritte che devi osservare per non offendere la sensibilità locale.

Vestito

Ci sono due distinti tipi di abbigliamento femminile nella regione: uno per i locali e uno per gli espatriati. Fuori casa, la maggior parte delle donne arabe veste secondo l’usanza religiosa, il che significa che devono coprire la maggior parte del corpo, dalla testa ai piedi. Il tradizionale soprabito nero ( abaya ) è lungo fino alla caviglia con maniche lunghe e scollo alto, ei capelli sono coperti. Alcune donne arabe sono totalmente coperte, compreso il viso e le mani, soprattutto saudite e quelle con mariti strettamente religiosi. Questo ha lo scopo di proteggere la protezione delle donne da attenzioni indesiderate, e in Arabia Saudita anche le donne straniere devono indossare un abaya fuori casa; la polizia religiosa fermerà qualsiasi donna che abbia la testa scoperta e le chiederà di coprirsi immediatamente i capelli. In altri stati degli Emirati Arabi Uniti, le donne straniere possono indossare abiti occidentali ma dovrebbero sempre vestirsi in modo conservativo.

Il clima caldo e le usanze della regione richiedono un abbigliamento informale ma intelligente. Gli arabi disapprovano i vestiti che rivelano le spalle, le braccia e le gambe, e qualsiasi donna che si vesta in modo provocatorio sarà considerata una “virtù facile” o forse anche una prostituta. In casa, tuttavia, quando non intrattengono amici intimi o parenti, le donne arabe spesso adottano abiti occidentali, in particolare le donne più giovani, e non ci sono restrizioni sul modo in cui le donne straniere possono vestirsi in privato.

Il beachwear è un’altra cosa da considerare. Mentre indossare bikini o costumi da bagno non è disapprovato, stai lontano dai bagni di sole in topless ed evita i pantaloni a perizoma. Non appena sei fuori dall’acqua, e ovunque tu vada, vestiti coprendoti dal collo ai piedi (i maxi abiti sono accettabili, purché le tue spalle siano coperte e non sia mostrato il décolleté.) Pantaloncini, parei, t- camicie, indumenti attillati, infradito o altri indumenti trasparenti sono inaccettabili. Per gli uomini, gli speedos sono effettivamente accettabili in piscina o in spiaggia, ma si consiglia un costume da bagno più conservativo. Anche se vedrai principalmente turisti in giro, molti di loro provengono dal resto degli Emirati e sono più conservatori. Sii rispettoso.

In un contesto lavorativo, è opportuno che le donne indossino abiti tradizionali, sotto forma di pantaloni o gonne di colore scuro che cadono sotto il ginocchio. Anche i gomiti dovrebbero essere sempre coperti con una maglietta o un gilet.

Gli uomini arabi indossano il thobe , un ampio abito lungo fino alle caviglie realizzato in fine cotone bianco (o materiale di lana più pesante in inverno). Esistono diversi stili di thobe , sia nel taglio della stoffa che nelle allacciature al collo e sul davanti. Forse i più distintivi sono quelli indossati dagli omaniti, che sfoggiano una nappa. Il thobe può essere indossato per tutte le occasioni, sociali o di lavoro. Un mantello esterno, il bisht , è indossato in occasioni formali e può essere molto costoso, con bordi ricamati in filo d’oro e il materiale stesso della migliore qualità.

Il tradizionale, caratteristico copricapo è il guthra , un panno a scacchi bianco o rosso e bianco tenuto in posizione dall’agal, una “corda” nera che in origine era una corda di cammello. Esistono diversi tipi di agal : ad esempio, i qatarini normalmente indossano un copricapo in stile più africano, con due lunghe “code” che scendono lungo la schiena. Gli uomini arabi a volte indossano abiti casual in occasioni molto informali o in spiaggia, ma gli uomini sauditi sono fortemente incoraggiati a indossare abiti nazionali in ogni momento.

Ovviamente, non ci si aspetta che gli uomini stranieri indossino abiti arabi e l’abbigliamento occidentale è la norma. Gli uomini dovrebbero evitare di indossare pantaloncini e camicie senza maniche per strada, poiché sono considerati eccessivamente casual, anche se con lo sviluppo del turismo questo atteggiamento si sta ammorbidendo. Tuttavia, gli abiti vengono indossati raramente nel Golfo, ad eccezione di importanti riunioni di lavoro e relativi eventi sociali. L’abbigliamento standard in ufficio è una camicia (solitamente a maniche lunghe), cravatta e pantaloni leggeri.

Se stai visitando una moschea, è della massima importanza seguire il loro codice di abbigliamento in modo appropriato. L’abbigliamento occidentale non è il benvenuto, soprattutto per le donne. Gli uomini possono entrare con magliette (coprendosi le spalle, e preferibilmente a maniche lunghe) e pantaloni, mentre le donne devono indossare l’ abaya s. Puoi presentarti in abiti occidentali conservatori e chiedere in prestito un abaya (per le donne) o un kandourah (per gli uomini), poiché sono disponibili in alcune moschee. Anche le donne sono obbligate a coprirsi la testa.

Etichetta

Gli arabi in genere apprezzano molto la civiltà ed è importante che tu saluti (e ti separi) la gente del posto nel modo corretto. L’uso di nomi arabi può creare confusione per i nuovi arrivati ​​nella regione. Ad esempio, un uomo potrebbe chiamarsi Abdullah bin Abdul Aziz Al-Jishi. Abdullah è il suo nome di battesimo ed è figlio o nipote di ( bin) Abdul Aziz; Al-Jishi è il nome della famiglia o tribale. Per rendere le cose ancora più complicate, i nomi dati sono spesso abbreviati: ad esempio, Mohammed può essere abbreviato in Mohd, Hamad o Hamed. È importante utilizzare il nome completo, tuttavia, in particolare nelle occasioni formali e nella corrispondenza. Abdullah bin Abdul Aziz Al-Jishi non dovrebbe mai essere chiamato Abdullah (per non parlare del diminutivo Abdul), anche se il patronimico può essere omesso e può essere chiamato Abdullah Al-Jishi.

L’indirizzo formale generale è ” Sayyed” (“Signore”) per un uomo o ” Sayeeda” (o “Sayedity” ) per una donna, seguito dal nome completo della persona. Le donne arabe possono anche essere chiamate “Madame”.

I governanti sono solitamente chiamati “Vostra Altezza” (“Vostra Maestà” nel caso del re dell’Arabia Saudita). I membri anziani delle famiglie dominanti sono chiamati “Vostra eccellenza” seguito da “Sheikh” (pronunciato “shake” e non “sheek”) e dal loro nome completo. I ministri del governo della linea dominante sono ‘Sua Eccellenza, Ministro di. . . ” e altri ministri sono semplicemente indicati come “Vostra Eccellenza” seguito dal nome completo. I membri inferiori delle famiglie dominanti e quelli che detengono l’autorità religiosa sono chiamati “Sheikh” seguito dal loro nome completo. In Arabia Saudita, il titolo ha un significato leggermente inferiore ed è utilizzato anche da potenti membri della comunità imprenditoriale. Le convenzioni per rivolgersi ai governanti e ai membri delle famiglie dominanti sono complesse e dovresti sempre controllare a livello locale prima di essere presentato a qualsiasi dignitario.

Saluti

Il saluto più comune nel Golfo è Salam alaykum (“La pace sia con te”), a cui la risposta corretta è Wa alaykum as-salam (“E su di te sia la pace”). Altri saluti comuni e le risposte accettate sono:

 Saluto

 Significato

 rispondere

Ahlan wa sahlan

Ciao

Ahlan bik

Sabah al-khayr

Buongiorno / pomeriggio

Sabah an-nur

Masa al-khayr

Buona serata

Masa an-nur

Si noti che tisbah ala-khayr , che significa “buona notte”, viene detto durante la separazione, come in inglese, e la risposta è wa inta min ahlu . Gli uomini dovrebbero sempre stringersi la mano quando salutano e si separano dagli arabi. Nel caso delle donne arabe, dovresti essere guidato dal comportamento della donna: molte donne arabe non stringono la mano a uomini non arabi, anche se le donne istruite potrebbero farlo. Questo è normale anche con amici intimi che incontri spesso. Tuttavia, le donne dovrebbero aspettare per vedere come le saluta l’interlocutore, poiché i musulmani devoti non toccheranno mai una donna che non è di famiglia. L’alternativa in questo caso è mettere la mano sul cuore.

Dopo la stretta di mano, è consuetudine informarsi sulla salute dell’altra persona e su altre questioni, e dovresti aspettarti che richieste simili vengano rivolte a te. (Non indagare sullo stato di salute dei membri femminili della famiglia di un arabo, limita le tue domande a quelle riguardanti la famiglia in generale o i figli). Questo può richiedere molto tempo, poiché nessuna delle parti desidera essere l’unica a disegnare le cose alla fine. Non ci si aspetta che gli stranieri conoscano o utilizzino tutte le sottigliezze che questo rituale comporta, ma farai una buona impressione se impari almeno alcune delle espressioni standard e le usi nel modo corretto. Che si tratti di conversazioni faccia a faccia o di parlare con le persone al telefono, non parlare subito di affari; se lo fai, gli arabi presumeranno che tu sia impaziente o non interessato a loro personalmente.

Mani e piedi

Dovresti accettare il rinfresco ogni volta che viene offerto, ma tieni presente che dovresti sempre usare la mano destra per bere e mangiare, poiché la mano sinistra è considerata impura (in quanto è usata per ‘scopi igienici’). Allo stesso modo, dovresti evitare di mostrare le suole delle scarpe o dei piedi, il che implica che pensi che l’altra persona sia “sporca”, il che è ovviamente altamente offensivo. Dovresti quindi tenere i piedi ben piantati a terra e non incrociare le gambe.

Inviti

Se sei invitato a casa di un arabo, dovresti sempre accettare. In genere dovresti cogliere ogni opportunità per conoscere la gente del posto ed evitare la naturale tendenza a rimanere entro i confini sociali e fisici del tuo “ghetto” straniero. Il tuo ospite arabo sarà interessato a te e alle tue opinioni. Tuttavia, dovresti evitare la politica e la religione come argomenti di discussione; le tue opinioni potrebbero essere considerate male informate o addirittura offensive, anche se ti sembrano accettabili da una prospettiva occidentale.

Quando entrate nel majlis , la sala di accoglienza dei visitatori, dovreste sempre togliere le scarpe, a meno che l’ospite non indichi diversamente (dovreste quindi assicurarvi che non ci siano buchi nei calzini!). A questo punto, alle donne viene solitamente chiesto di unirsi alle altre donne. Quasi sicuramente ti verrà offerto qualcosa da bere e forse da mangiare; accetta l’offerta. Gli arabi sono quasi sempre educati e si aspettano lo stesso da coloro che incontrano, e credono che condividere un pasto con una persona influenzi positivamente la relazione.

È anche importante sapere che alzarsi in piedi quando un anziano o una persona di alto rango entra nella stanza è una forma di rispetto. Gli uomini dovrebbero anche alzarsi in piedi quando le donne entrano nella loro stessa stanza. Ciò è particolarmente importante se si condivide un pasto.

Il saluto standard è Ahlan wa sahlan – che significa benvenuto – e questo diventerà familiare a tutti coloro che visitano Dubai. Vale sicuramente la pena imparare abbastanza arabo per comunicare i convenevoli, i saluti e le risposte del paese in cui vivi. Godrai la reazione delle persone e i tuoi ospiti invariabilmente offrono incoraggiamento a coloro che tentano di parlare la loro lingua. È importante notare, tuttavia, che la lingua araba ha un significato speciale, essendo stata progettata per portare la parola di Dio, quindi è importante usarla con rispetto.

Inoltre, non dovresti mai chiamare a casa di un arabo senza avvertirlo che stai arrivando. Se sono presenti le donne della famiglia, questo non sarà apprezzato, soprattutto in Arabia Saudita. Dovresti anche evitare di esprimere ammirazione per i beni del tuo ospite, poiché la tradizione vuole che lui debba poi offrirtelo. Sebbene questa tradizione non sia seguita da tutti, può comunque causare imbarazzo. Inoltre, la risposta corretta è che il destinatario faccia un regalo ancora più prezioso in cambio, quindi pensaci due volte prima di ammirare una Rolls Royce araba!

Altre cose da fare e da non fare

Dovresti anche prestare attenzione ai seguenti avvertimenti:

  • Non offrire bevande alcoliche a un arabo, a meno che tu non sia certo che beva alcolici. Ciò può causare gravi offese.
  • Non camminare su un tappetino da preghiera o di fronte a nessuno in preghiera e cerca di non fissare le persone che pregano.
  • Non cercare di entrare in una moschea senza prima chiedere il permesso. È improbabile che ti sia consentito entrare.
  • In Arabia Saudita, non tentare di entrare nei luoghi sacri delle aree circostanti La Mecca e Medina. Le strade sono ben segnalate per avvisare tutti di questa restrizione. Se un non musulmano viene trovato all’interno delle aree proibite, è probabile che venga aggredito e non gli sarà offerta alcuna protezione contro gli aggressori.
  • Evita la blasfemia, in particolare in presenza di musulmani e in particolare in Arabia Saudita. Ricorda che ci sono molti arabi non del Golfo che lavorano a Dubai, che non sono sempre rilassati o tolleranti come lo sono i locali.
  • Evita di mettere un arabo in una posizione in cui potrebbe subire una “perdita della faccia” di fronte ad altri arabi. Lo apprezzerà, se noterà la tua azione.
  • Non fare cenno alle persone con un dito, poiché questo è considerato particolarmente scortese. Gli arabi potrebbero usare un gesto del genere per evocare un cane.
  • Evita sempre di gridare e mostrare aggressività o ubriachezza, poiché tale comportamento è raramente tollerato e gli arabi più conservatori potrebbero intraprendere azioni legali contro di te.
  • L’alcol si trova legalmente raramente a Dubai (tranne negli hotel e in alcuni ristoranti di fascia alta). Non andare in giro a chiedere dove comprare alcolici e, se bevi in ​​un hotel, fallo con moderazione.
  • Durante il Ramadan , non mangiare, bere o fumare in nessun posto dove puoi essere visto dai musulmani durante le ore di luce del giorno e non assumere comportamenti rumorosi, né abbracciare o baciare nessuno in pubblico.

Dubai è un luogo musulmano e molto religioso, e sebbene la civiltà occidentale sia molto aperta sulle cose, quando sei a Dubai devi rispettare la loro cultura. Le seguenti cose sono considerate illegali a Dubai e potrebbero farti finire in guai legali se scoperti: dimostrazione pubblica di affetto (tenersi per mano va bene), sesso fuori dal matrimonio, omosessualità (se viaggi con una persona significativa dello stesso sesso, evita qualsiasi tipo di PDA e qualsiasi segno che sei omosessuale per evitare problemi legali) il possesso o l’uso di droghe, avere figli al di fuori del matrimonio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

10 consigli su come vivere a Monaco, in Germania, per rendere la tua visita non turistica

Migliore guida in assoluto dei libri di viaggio in Giappone per tutti i tipi di viaggiatori