in

Consigli di viaggio per Cuba: un luogo che ispira importanti conversazioni in famiglia

Il tamburo di Cuba sta crescendo, come i ritmi della salsa che sembrano parte del DNA cubano. Nessuna visita sull’isola è completa senza aver visto gente del posto dai 2 ai 92 anni che si dedica al ballo, cosa che può accadere ovunque, dai club alle feste di strada improvvisate alle spiagge brulicanti appena fuori L’Avana, con grande dispiacere degli adolescenti in visita da più inibiti parti del mondo.

Cuba è pronta per un cambiamento drammatico, già in corso con una maggiore apertura e un allentamento delle restrizioni di viaggio per gli americani (vedi nota alla fine). È un momento emozionante e pieno di speranza per visitare, anche se l’infrastruttura turistica è tesa e le preoccupazioni per i diritti umani e la libertà di espressione persistono. Tre milioni di turisti da record si sono recati a Cuba nel 2015, con i cubani che hanno salutato calorosamente “Americanos” come “Obamanos” sulla scia della visita di alto profilo del Presidente a marzo.

Suggerimenti essenziali per viaggiare a Cuba con i bambini

Opportunità senza precedenti

Per le famiglie con bambini più grandi, viaggiare a Cuba è la prima opportunità di una generazione per esplorare una cultura latinoamericana leggendaria, tabù e complessa e per avviare un dialogo più profondo su politica, economia e storia. È anche un ottimo posto per le famiglie per affinare il loro spagnolo, poiché l’inglese non è così diffuso come in altre destinazioni più turistiche dell’America Latina.

Gli spunti di conversazione sono infiniti. Assicurati solo di seguire l’esempio dei cubani nell’affrontare argomenti delicati: cartelloni pubblicitari dello Zio Sam che vengono presi a pugni; la quasi totale assenza di accesso a Internet; privazioni durature dopo decenni di dominio socialista restrittivo e di embargo economico; la mancanza di criminalità e senzatetto; un confuso sistema a doppia valuta di “CUC” convertibili e “CUP” non convertibili; ricordi dei legami con Mosca nell’arte realista sovietica, negli appartamenti in blocchi di cemento e nei cognomi russi; le immagini onnipresenti di eroi rivoluzionari antiamericani come Che Guevara appesi agli specchietti retrovisori delle altrettanto onnipresenti auto americane degli anni ’50; la notevole integrazione razziale nell’identità cubana.

Forse più di tutto, Cuba lascia ai visitatori un senso del profondo orgoglio nazionale dei residenti e dello spirito di eccezionalità che è così familiare agli americani – una somiglianza che potrebbe aver contribuito allo stallo decennale tra i due paesi, ma potrebbe anche essere una base per la comprensione reciproca in futuro.

Animate città patrimonio

Tre delle città più visitate di Cuba – L’Avana, Trinidad e Cienfuegos – sono meraviglie architettoniche con la designazione del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Amiche dei pedoni, sicure e prive di criminalità, invitano le famiglie a passeggiare e scoprire giorno e notte, in buona compagnia con i cubani che trascorrono ancora il loro tempo libero nei parchi e nelle strade della città (ricordate quei giorni prima di Internet?).

Queste città contengono migliaia di splendidi edifici storici dell’era coloniale spagnola e successive. Alcuni sono stati restaurati e alcuni sono vittime di recenti e frettolose ristrutturazioni come case o B&B, ma ancora di più stanno letteralmente crollando al suolo per mancanza di risorse per la riparazione. Scorci e suoni della vita quotidiana moderna filtrano da edifici che sarebbero abbandonati in qualsiasi altra città. I bambini potrebbero non apprezzare i dettagli della grandezza sbiadita – cornici decorate, elaborati pavimenti piastrellati, griglie decorative in ferro, vibranti tonalità caraibiche – ma si sintonizzeranno sulla bellezza ammuffita che è in parte distopia e in parte grintosa e ossessionante glamour.

Scruta con discrezione le porte e le finestre anteriori che di solito sono aperte per accogliere una brezza fresca o un vicino di passaggio per una tazza di caffè cubano, che sembra aver superato il sigaro come alimento base della vita sociale cubana. Stabilisci un contatto visivo e dì “hola” alla gente del posto seduta sui gradini e il saluto sarà ricambiato calorosamente. Fai una partita a calcio in strada con i bambini del vicinato.

Corri come un locale attraverso quattro corsie di traffico, costellate di auto americane d’epoca, per appollaiarti sulla diga marittima del Malecon. Fai un giro in una delle auto d’epoca e scopri le lunghezze amorevoli a cui i proprietari si spingono per trovare parti e mantenere le auto in funzione. Sii amichevole ma diffida dei truffatori solitamente innocenti conosciuti come jiniteros.

Fermati in un barbiere della vecchia scuola per una rifinitura o visita il parco giochi con parrucchiere ad Habana Vieja, Barbeparque. Ascolta la cantilena dei venditori ambulanti che spingono i carri lungo la strada e guarda i residenti dei piani alti abbassare i cestini sulle corde dalle loro finestre per recuperare i loro acquisti. Fermati in qualsiasi numero di piazze pubbliche e ristoranti all’aperto per assaggiare i molti stili di musica cubana, anche se la maggior parte delle esibizioni sono fatte su misura per le orecchie dei turisti.

Per tutto il tempo, fai attenzione alle buche non contrassegnate e alle trincee, alle macerie e all’acqua fetida potrebbe essere necessario schivare. E tieni a portata di mano una torcia o una lampada frontale di notte in caso di frequenti blackout. Che spettacolo vagare in un buio paesaggio urbano con fari come i moderni Ciclope!

Ospitalità, stile cubano

La crescita del turismo ha portato a una vera e propria corsa all’oro nell’alloggio, con nuove opzioni in arrivo per soddisfare la domanda. Gli hotel a Cuba sono gestiti dallo stato e hanno la reputazione di essere datati, ammuffiti e scomodi, anche se i tempi stanno cambiando. Soggiornare in B&B di proprietà privata, noti come casas particulares, è il modo migliore per inserirsi in un quartiere, conoscere i cubani e assaporare da vicino la grandezza architettonica sbiadita.

Molte case più recenti hanno aggiunto stanze tagliando grandi edifici con scale strette e ripide e soffitti bassi, ma a volte offrono servizi migliori rispetto a quelli più vecchi e più graziosi. Le case sono spesso gestite da coordinatori di quartiere che gestiscono le prenotazioni, ma gli host esperti pubblicano direttamente su siti come Airbnb, con foto e dettagli disponibili per aiutare i viaggiatori a scegliere se i soffitti di 15 piedi o i bagni aggiornati si adattano meglio a loro.

Soggiorno nella stessa casa per più notti. Lascia il tempo per sederti semplicemente nell’area comune, chiacchierare con i padroni di casa (in qualunque Spanglish è disponibile per tutti), incontrare i vicini che si fermano e guardare la vita svolgersi fuori dalla porta aperta. Scegli una casa di proprietà di una famiglia, dando ai bambini la possibilità di incontrare coetanei cubani. Paga il supplemento (di solito 7 CUC a persona) per fare colazione in casa e gustare il tipico piatto di guava, papaya e ananas che accompagna le uova. Cenare con i padroni di casa per pranzo o cena, se possibile, un’aspettativa nella maggior parte delle case fuori L’Avana.

Moros e Congri

I ristoranti cubani si dividono in due categorie: stabilimenti di proprietà statale di lunga data e il nuovo settore in crescita esplosiva dei paladare privati. I ristoranti sono costosi in termini cubani e si rivolgono principalmente ai turisti, offrendo comunemente prelibatezze come aragoste, gamberi e dentici locali, che ironicamente sono accessibili solo a molti locali sul mercato nero. Le classiche specialità cubane come la ropa vieja (brasato di manzo o agnello), le boliche (arrosto di manzo con chorizo), i platani fritti, la yucca con mojo (un ortaggio a radice autoctono in salsa di agrumi) e le bevande a base di rum portano echi di spagnolo, africano e antenati Taino.

Gli ultimi decenni di privazioni economiche e scorte alimentari razionate hanno ristretto la dieta cubana a meno piatti più semplici che ruotano attorno a riso, fagioli, pollo, maiale e uova. Si dà il caso che i cubani producono riso e fagioli celesti, sia cucinati separatamente nella tradizione spagnola chiamata moros y cristianos o combinati nella tradizione africana chiamata congri, e queste sono spesso le scelte più deliziose e convenienti in un menu cubano, per non parlare del più adatto ai bambini.

Ordina riso e fagioli in ogni occasione. Se possibile, cena con i padroni di casa in una casa particolare per assaggiare le ricette di famiglia come i morbidi tamales e la loro versione di pollo o zuppa di zucca. Cerca paladares e ristoranti che mostrano i prezzi in CUC e CUP come un modo per attingere all’atmosfera veramente locale.

Non bere mojito caldi; il ghiaccio in qualsiasi stabilimento turistico dovrebbe essere sicuro. Bevi un Bucanero ghiacciato, la birra nazionale cubana. Porta i bambini a Coppelia, il tempio simbolo del gelato all’Avana, ma più per il colore locale che troverai nella coda denominata CUP, non per l’helado troppo caro servito dal lato turistico.

Cayos e caffè

In questa stretta nazione insulare, la costa non è mai troppo lontana. E lo sviluppo economico limitato equivale a un’espansione urbana minima e a ampi spazi verdi e aperti, sebbene con servizi e infrastrutture irregolari.

Prendi in considerazione un’escursione di un giorno in catamarano in un’isola caraibica al largo come Cayo Leguano: le iguane omonime e i roditori degli alberi chiamati hutia entusiasmeranno sicuramente i bambini. Visita una spiaggia che soddisfa i tuoi gusti: le sabbie bianche dei Caraibi e le acque turchesi, le onde dell’Atlantico o le scogliere e le baie per lo snorkeling. Sappi che le spiagge a est dell’Avana pulsano di umanità nei fine settimana e offrono una grande fetta di vita culturale se non relax.

Fai un’escursione in uno dei tanti parchi nazionali o biosfere, come il Topes Collantes o la Valle de Vinales, per intravedere l’uccello nazionale di Cuba, il tocorroco; arrampicarsi su piccoli ruscelli e cascate; o conoscere la vegetazione autoctona. In un esempio della frequente discrepanza tra istruzione e opportunità economiche a Cuba, alcune guide turistiche governative hanno dottorati di ricerca in botanica e possono condividere mondi di conoscenza sulla flora locale mentre percorrono sentieri scivolosi con scarpe eleganti (per mancanza di disponibilità di scarponi da trekking adeguati).

Visita una fattoria per conoscere la coltivazione cubana di caffè, tabacco e pratiche di agricoltura biologica/ecologica modello, catalizzate dalla mancanza di potere d’acquisto per pesticidi e fertilizzanti dopo la caduta dell’Unione Sovietica. Allo stesso modo, scopri come i prodotti botanici autoctoni costituiscono la base per un mercato significativo per i rimedi “verdi” prodotti localmente, fortemente promossi dal governo cubano data la carenza di prodotti farmaceutici importati.

Le migliori scelte per le famiglie

L’Avana

• Osservare la gente sulla diga conosciuta come il Malecon.

• Visita l’eclettica galleria d’arte pratica The Eye of Cyclone (O’Reilly 501).

• Trascorri una domenica pomeriggio al Callejon de Hamel, la celebrazione della cultura afrocubana intrisa di tamburi e arte popolare.

• Rilassati sulla terrazza sul tetto dell’elegante paladar La Guarida.

• Assisti alla cerimonia serale dello sparo dei cannoni nel forte del XVIII secolo sul porto.

• Visita il Museo de la Revolucion, ospitato nell’ex palazzo presidenziale e completo di rivoluzionari fori di proiettile nelle pareti di marmo.

Trinidad

• Assapora un cocktail ghiacciato di canchanchara al miele, rum e limone, servito in comode tazze di terracotta alla Taberna La Canchanchara, mentre i bambini giocano nella vicina piazza coloniale.

• Sorseggia un mojito (con o senza rum) mentre ti godi la musica nella Casa de la Musica all’aperto appena fuori dalla piazza principale, o appollaiati sui gradini nelle vicinanze se la folla di turisti è troppo da sopportare.

• Organizza un tour del parco Topes Collantes che includa un viaggio su un camion russo, retaggio delle relazioni un tempo strette tra l’Unione Sovietica e Cuba.

Cento fuochi

• Visita il Museo di Playa Giron nella Baia dei Porci, che racconta la vittoria cubana nell’invasione fallita della CIA di alto profilo.

• Guarda il tramonto sulla baia con vista a 270 gradi al bar sul tetto dell’Hotel La Union e goditi l’atmosfera inquietante del passato con la colonna sonora di Rat Pack.

• Passeggia per le strade, i parchi e il Paseo del Prado, l’Avenida 54 solo pedonale. Visita con la gente del posto questa accogliente e prospera città universitaria

NOTA : A partire da giugno 2016, il governo degli Stati Uniti consente viaggi autorizzati in 12 categorie utilizzando una licenza generale (i viaggiatori possono certificare che il viaggio soddisfa i criteri) per viaggi a Cuba che in precedenza richiedevano una licenza specifica (ovvero una domanda e un caso per -determinazione del caso). Vedere i  siti web del Dipartimento di Stato e del Dipartimento del Tesoro per i dettagli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Un’incredibile avventura safari in Kenya: mongolfiera sul Maasai Mara

I 5 principali motivi per visitare il Vietnam con i bambini