in

COSA FARE NEI FIORDI OCCIDENTALI ISLANDESI

Alcune delle bellezze più sorprendenti dell’isola si trovano in questa regione. Se ti stai chiedendo cosa fare nei fiordi occidentali , in Islanda , continua a leggere per conoscere i posti migliori da visitare e da vedere.

Cosa fare nei fiordi occidentali, in Islanda

Visita questa zona per vedere la sua natura straordinariamente caratteristica con alte montagne piatte e fiordi. Qui troverai coste infinite, scogliere di uccelli sbalorditive, sentieri escursionistici ben tenuti e splendidi paesaggi montuosi.

Stai certo che ti aspetta una sorpresa se visiti. Pochi viaggiatori hanno i fiordi occidentali nel loro itinerario, quindi puoi davvero goderti l’  Islanda fuori dai sentieri battuti . Ecco solo alcuni dei punti salienti che ti aspettano nella regione dei fiordi occidentali, sia che tu la visiti con un tour personalizzato o che lo aggiunga al tuo grand tour dell’isola.

1. Lasciati stupire dalla cascata di Dynjandi

Non puoi visitare e non vedere una cascata in Islanda! Alcuni sono piccoli e alcuni sono grandiosi, ma troverai una moltitudine in giro per il paese. La cascata di Dynjandi  è la cascata più grande dei fiordi occidentali e una tappa obbligata se ti avventuri qui. 

Alto 100 metri, è spesso descritto come un velo da sposa per il suo aspetto affusolato. Scende da una rupe rocciosa in più strati. Questo splendido sfondo rende le foto incantevoli e una tranquilla passeggiata.

È facile raggiungerlo in quanto è solo una breve deviazione dalla strada principale. Dopo pochi minuti di auto seguendo la costa troverete un parcheggio. Puoi ammirare la cascata in lontananza oppure puoi seguire il sentiero Dynjandi.

Prenditi il ​​tuo tempo lungo questo sentiero in salita e ammira le cascate più piccole disseminate lungo il percorso.

2. Guarda le pulcinelle di mare alle scogliere di Látrabjarg

Quando esplori i fiordi occidentali, ti consigliamo di fermarti alle scogliere di Látrabjarg . Questo punto non è solo conosciuto come il punto più occidentale dell’Islanda, ma anche dell’Europa.

Látrabjarg comprende una serie di scogliere che si estendono per 14 chilometri (8,7 miglia). Con i suoi 440 metri di altezza, sono un habitat perfetto per le colonie di uccelli in quanto mantengono i nidi lontani dai predatori.

In estate è infatti una delle scogliere di uccelli più affollate al mondo. Con oltre un milione di uccelli che nidificano ogni anno, puoi facilmente individuarli e scattare splendide foto della natura.

Assicurati di tenere d’occhio le pulcinelle di mare che abitano i punti più settentrionali delle scogliere. Vieni tra maggio e agosto per fare escursioni lungo la penisola e fare birdwatching.  

Le scogliere sono accessibili tramite un parcheggio da cui è possibile seguire il sentiero. Fai attenzione vicino ai bordi poiché il terreno potrebbe essere fragile e allentarsi e il vento può essere molto forte.

3. Cammina lungo la spiaggia di Rauðisandur

Rauðisandur , che si traduce come “sabbia rossa”, è davvero una bellissima spiaggia di sabbia rossa dorata. Questo sarà un grande cambiamento rispetto alle spiagge di sabbia nera vulcanica del sud dell’Islanda.

Situato nella zona di Látrabjarg, puoi venire qui per paesaggi maestosi e passeggiate in tranquillità.

Spanning 10 chilometri (6,2 miglia), è un vasto litorale sabbioso esposto a sud. È anche un punto di osservazione privilegiato per una varietà di animali selvatici, tra cui foche e uccelli marini.

4. Fai un salto all’isola di Flatey

Situata a metà strada tra i fiordi occidentali e la penisola di Snæfellsnes, l’ isola di Flatey si trova nel bellissimo fiordo di Breiðarfjörður.

Un’isola remota al largo dei remoti fiordi occidentali? Sì, infatti e proprio per questo è una meta unica. Con un’unica strada sterrata e senza auto, puoi facilmente avere la sensazione che il tempo si sia fermato qui.

Mentre sei qui, cerca la chiesa dell’isola con il suo affresco di un pittore contemporaneo, le molte vecchie case ben conservate e la ricca avifauna.

Sarai sorpreso di apprendere che è la più grande delle isole occidentali in Islanda. Ma puoi percorrerlo abbastanza facilmente in quanto misura solo 2 chilometri per 1 chilometro.

Fai una gita di mezza giornata a Flatey o fai un salto sulla strada per Snæfellsnes , continuando il tuo tour dell’Islanda.

5. Visita la riserva naturale di Hornstrandir

Questo è il posto giusto per vedere parte della fauna selvatica islandese nel suo habitat naturale. È affettuosamente conosciuto come il territorio della volpe artica. Sono notoriamente sfuggenti e rari da vedere, ma potresti essere fortunato a Hornstrandir .

È la penisola più settentrionale dell’Islanda ed è disabitata dagli anni ’50. Non c’è una vera infrastruttura qui, quindi non è così facilmente accessibile.

Se vuoi vederlo di persona, dovrai prendere una barca. Da Ísafjörður, prendi un traghetto e dirigiti verso una gita di un giorno per fare escursioni nelle sue parti più belle. Le scogliere più orientali sono famose per la loro avifauna, quindi non dimenticare il binocolo.

6. Esplora Ísafjörður

La capitale non ufficiale della regione,  Ísafjörður  è la città più grande dei fiordi occidentali.

Ha una lunga storia che risale al XVI secolo. Per tutto quel tempo Ísafjörður è stato un luogo di culto e un avamposto commerciale prima di diventare un vero e proprio insediamento a metà del XIX secolo.

Essendo la città principale della penisola, qui c’è molto da fare e da vedere. È anche una posizione eccellente in cui basarti. In questo modo puoi scoprire di più sui dintorni poiché la natura sorprendente è a solo una breve corsa in auto.

Qui troverai un campo da golf. Puoi anche fare escursioni a piedi e in bicicletta, nonché kayak e birdwatching. Dal molo puoi prendere un traghetto per la riserva di Hornstrandir.

Potresti anche visitare alcune delle case più storiche di tutta l’Islanda, risalenti alla metà del XVIII secolo.

Ísafjörður è anche noto per la sua ricca scena artistica e musicale con mostre e concerti che si tengono durante tutto l’anno. Ogni Pasqua, la città ospita l’ Aldrei per esempio il festival musicale Sudur (non sono mai andato al sud). Questi festeggiamenti del fine settimana si svolgono in concomitanza con Skíðavikan (Settimana dello sci).

7. Scopri la caccia alle streghe a Hólmavík

Hólmavík troverai un’attività che piacerà a tutta la famiglia . Visita il Museo della stregoneria e della stregoneria islandese .

Imparerai come viene presentata la stregoneria nel folklore islandese e la storia della caccia alle streghe durante il 17 ° secolo. Potresti anche imparare un paio di incantesimi se ne hai il coraggio…

8. Riscaldati a Drangsnes

Drangsnes è un villaggio di pescatori situato sul lato orientale dei fiordi occidentali. Con meno di 70 residenti, una pensione e un ristorante, potresti chiederti quale sia l’attrazione.

L’attrazione principale è la vicina isola di Grímsey, da non confondere con l’altra Grímsey che si trova all’interno del Circolo Polare Artico. Questo si trova un po’ più vicino, a soli 10 minuti di traghetto. Il folklore vuole che l’isola sia stata creata dai giganti.

Puoi visitare Grímsey durante l’estate per osservare le pulcinelle di mare e fare passeggiate tranquille.

Anche le due pentole calde sulla costa rocciosa di Drangsnes attirano visitatori in lungo e in largo. Puoi facilmente individuarli dalla strada e possono essere utilizzati tutto l’anno. Questo è il modo perfetto per incontrare la gente del posto.

Troverai anche sorgenti termali e piscine geotermiche in tutta l’isola. Rilassati nelle calde acque dopo una lunga giornata di esplorazione.

Periodo migliore per visitare i fiordi occidentali

I fiordi occidentali sono remoti e talvolta isolati dalla terraferma in inverno. Per questo motivo consigliamo di visitarla durante i mesi estivi.

Le condizioni stradali tra maggio e settembre rendono la regione più accessibile. Ti divertirai di più a guidare ed esplorare tutti gli angoli remoti della penisola.

Avrai anche molto da divertirti in quel momento, dall’avvistamento delle colonie di uccelli estive alle escursioni.

Non lasciarti scoraggiare dalla loro posizione remota, se vieni in Islanda dovresti visitare quello che vuoi veramente vedere. Vivi tu stesso i meravigliosi fiordi occidentali per vedere la loro bellezza, vivere la sua cultura e immergerti nella sua natura.

Sia che tu voglia venire a esplorare l’Islanda nel suo insieme percorrendo la Ring Road o desideri visitare in profondità i fiordi occidentali, contattaci . Con il tuo consulente di viaggio dedicato, puoi personalizzare il tour perfetto che si adatta alle tue preferenze. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

LA COSTA MERIDIONALE DELL’ISLANDA: LA TUA GUIDA COMPLETA

IN PRIMO PIANO: 7 IMPERDIBILI NELL’IDILLIACO NORD DELL’INGHILTERRA