in

Cos’è un turista invisibile? Maggiori informazioni sul mio blog di viaggio responsabile (con un budget di fascia media)

La mia cosa preferita da fare è andare da qualche parte in cui non sono mai stato. E, se non lo faccio, mi troverai ad aiutare gli altri a raggiungerlo perché questa è la cosa migliore da fare “.

Ciao, sono Alyse – The Invisible Tourist

Come visitatore di una destinazione seriale, ispiratore creatore di contenuti di viaggio (e grafico freelance), vorrei ringraziarti per aver visitato il mio piccolo angolo di Internet e volendo saperne di più su The Invisible Tourist.

Immediatamente, potresti notare che non ci sono foto di me su questo blog. Questo principalmente perché mi piace rimanere invisibile (vedi cosa ho fatto lì?) E in secondo luogo perché credo che negli ultimi anni il viaggio si sia concentrato maggiormente sull’individuo e preferisco lasciare che le esperienze parlino da sole. 

Spero di aiutare a frenare gli effetti negativi dell’overtourism con il mio blog di viaggio responsabile, quindi se sei nuovo qui, ti mando un caloroso benvenuto e spero di ispirarti a essere invisibile anche tu !

Lavoro con aziende che amo sinceramente che condividono la mia filosofia di viaggio.

 

Video: The Invisible Tourist riassunto in 60 secondi

TL; DR Se guardare un video è più la tua passione, ho riassunto il mio blog in 60 secondi di seguito. Psst, se non riesci a vederlo di seguito, disabilita semplicemente il blocco degli annunci:

 

Di cosa tratta un blog di viaggio responsabile e di fascia media?

Il turismo responsabile è un turismo che riduce al minimo gli impatti sociali, economici e ambientali negativi, genera maggiori benefici economici per la popolazione locale e migliora il benessere delle comunità ospitanti “. ~ SustainableTourism.net

Da quando ricordo, sono sempre stato appassionato di viaggiare in modo responsabile e culturalmente sostenibile. Attraverso il mio blog spero di ispirare e incoraggiare anche i miei lettori.

Tutto ciò che appare sul mio blog è stato progettato pensando ai miei lettori per aiutarli a essere turisti più consapevoli e invisibili per supportare le comunità locali delle destinazioni che visitano:

  • Aumentare la consapevolezza sull’overtourism: problemi causati da e come evitare di contribuire
  • Incoraggiare un turismo responsabile e sostenibile in modo semplice
  • Condividendo i miei collaudati itinerari personali e le guide delle destinazioni di viaggio giorno per giorno
  • Esplorando percorsi insoliti e alternative a destinazioni popolari
  • Raccomandare esperienze autentiche e culturali per aiutare le comunità locali mantenendo vive le tradizioni.

Detto questo, dove si inserisce il mio blog di viaggio responsabile?

Con il viaggio che diventa accessibile a sempre più persone, c’è stato anche un aumento del numero di blog ad esso dedicati. Ora, torniamo all’inizio del 2017, quando stavo facendo ricerche sui blog di viaggio. Ho notato che c’erano un sacco di blog sullo zaino in spalla con un budget da un lato e sui viaggi di lusso dall’altro.

Tuttavia, non riesco a trovare alcun blog su come le persone possano evitare di sembrare turisti quando sono all’estero e su come possiamo ancora viaggiare senza contribuire a problemi di overtourism. 

C’era un’altra area grigia nelle mie scoperte, mancava qualcosa: dove erano i blog sui viaggi responsabili e di fascia media per le persone organizzate che …

  • Hai bisogno di un sito dedicato per i viaggiatori con un budget di fascia media,  preferisci soggiornare in hotel 3 * – 4 * e spendere soldi per esperienze significative che lo riflettano?
  • Vuoi viaggiare in modo indipendente e  prenderti il ​​tuo tempo in ogni destinazione mentre ottieni l’esperienza più personalizzata?
  • Volevi essere preparato ed efficiente , sia prima che durante il viaggio?
  • Speravi di essere quasi invisibile tra i locali parlando con loro e imparando da loro?
  • Vuoi combinare i punti di cui sopra per viaggiare in modo sostenibile per ridurre al minimo gli impatti negativi che il turismo sta avendo sulla gente del posto e sulle loro comunità?

Perché il turista invisibile? E cos’è il turismo invisibile?

Questa zona grigia è il motivo per cui ho creato The Invisible Tourist . Sono entrato più in dettaglio in un articolo sul motivo per cui ho scelto questo nome apparentemente “indesiderabile” per il mio blog. 

 

Sono qui per aiutarti se desideri saperne di più su quello che mi piace chiamare  turismo invisibile (che può anche essere definito turismo responsabile) e tu:

  • Sogna di viaggiare di più con il tuo budget di fascia media come menzionato nel grafico sopra ma non sei sicuro di dove e come iniziare
  • Vorrei risparmiare prenotando voli e alloggi senza l’aiuto di un agente di viaggio, evitando commissioni e lasciando più soldi per le cose buone (puoi scoprire come farlo nella mia pagina Risorse di viaggio)
  • Sii determinato a assicurarti di ottenere l’ esperienza più personalizzata durante il tuo viaggio essendo la tua guida turistica, vedendo in modo efficiente i luoghi in modo indipendente e svolgendo attività straordinarie al tuo ritmo
  • Preferisco soggiornare in hotel 3 * – 4 * con tutti i comfort, ma non voglio sentirti completamente disconnesso dall’esperienza della vita locale, il tutto senza usare Airbnb o alloggi in famiglia in  quanto ciò contribuisce a problemi di overtourism
  • Vuoi saperne di più sui costumi locali, sulla cultura e su come essere complessivamente rispettosi degli altri quando viaggi .

Tutto questo è possibile?

Assolutamente! Col tempo, ho intenzione di riempire questo blog di viaggio responsabile con molti suggerimenti e trucchi, frammenti di viaggio stimolanti e condividere le mie esperienze personali che spero a loro volta ti incoraggeranno a ottenere il massimo dalla tua prossima avventura. Con la mia prospettiva diversa sul viaggio, mi piacerebbe pensare di aver scoperto i modi più efficaci per personalizzare un itinerario in cui ogni parte del viaggio è la mia parte preferita.

Armati di un po ‘di ricerca e degli strumenti giusti a tua disposizione, diventare il tuo agente di viaggio e viaggiare in modo indipendente in modo sostenibile dove possibile è più facile di quanto pensi!

Conosci The Invisible Tourist

Soggiornare in un hotel e viaggiare con una valigia anziché uno zaino non deve significare che sei disconnesso dall’avere un’esperienza di viaggio autentica e personalizzata.

Dove sono stato

Ho visitato oltre 250 città, 32 paesi e 5 continenti! Vai alla mia pagina Dove sono stato per vedere dove mi sono avventurato in giro per il mondo in modo più dettagliato. Troverai molti contenuti sul mio blog sul Giappone, perché è una delle mie destinazioni preferite nel mondo e ho sempre in programma un altro viaggio di ritorno!

La mia filosofia di viaggio: qualità rispetto alla quantità

Per ottenere davvero il massimo da una destinazione, credo che la qualità rispetto alla quantità sia fondamentale . Imparare la lingua locale ed essere la mia guida turistica mentre esploro al mio ritmo mi consente di acquisire una comprensione più profonda di una destinazione e della sua cultura che non possono essere coperte in una visita fugace.

Mi piace scoprire cosa fa funzionare una città e la sua gente, ammiro l’architettura dei secoli passati e cercherò sempre di realizzare un’autentica esperienza locale, ove possibile, per aiutare i lavori e le imprese locali.

Stare in un hotel e viaggiare con una valigia anziché uno zaino non deve significare che sei disconnesso da queste cose (cosa che molte persone sembrano pensare)! Spero di rompere questo stereotipo attraverso le mie guide e gli itinerari che troverai su questo blog di viaggi responsabili.

Mi piace restituire alla gente del posto in altri modi facendo acquisti dove fanno, prendendo i mezzi pubblici per sostenere i lavori locali e prenotando attività direttamente attraverso di loro, piuttosto che le grandi compagnie turistiche dove i soldi non tornano indietro alla comunità locale.

Uno degli strumenti più utili per viaggiare è imparare a sufficienza la lingua locale: è fondamentale per ottenere ciò che desideri e dove devi andare.

Il mio stile di viaggio: viaggio responsabile e di fascia media

Per la maggior parte degli ultimi dodici anni, il mio stile di viaggio è stato composto da due parti:

1. Viaggiare con un budget medio

In termini di budget, sono un viaggiatore di fascia media poiché tendo a stare lontano da alloggi in stile a basso budget come gli ostelli. Non utilizzo siti web di comparazione dei costi per valutare i voli più economici. All’altro capo dello spettro, non rimango nemmeno in alloggi di lusso in piena regola. Mi troverai nel mezzo.

Viaggiare in modo sostenibile non è sempre l’opzione più economica , e credo che in quanto turisti sia un prezzo che siamo obbligati a pagare come ospiti in una destinazione straniera. Ancora una volta, non cerco all’infinito i voli più economici possibili perché molti non mostrano le opzioni di volo diretto. Preferisco prenotare voli diretti per le mie destinazioni il 99% delle volte nonostante eventuali costi aggiuntivi, piuttosto che optare per più voli più economici che richiedono più tempo. Preferisco passare quel tempo in più ad esplorare!

La mia missione in ogni viaggio che intraprendo è rallentare verso la mia destinazione , prendere tutto e godermi davvero l’esperienza ottenendo il massimo rapporto qualità-prezzo. Incoraggio costantemente anche i miei amici a farlo!

Ecco un elenco completo di tutte le risorse di viaggio di fascia media che utilizzo (e rifiuto di utilizzare) quando pianifico i miei viaggi.

2. Viaggiare in modo indipendente o come un piccolo gruppo sostenibile

Posso anche essere definito un viaggiatore responsabile poiché mi sforzo sempre di mimetizzarmi il più possibile tra la gente del posto quando viaggio per non contribuire a problemi di overtourism (motivo per cui non userò Airbnb e userò invece queste alternative etiche), quindi Di solito viaggio in modo indipendente con il mio compagno di viaggio o da solo.

Quando raccomando le opzioni di viaggio ad altri, non escluderò sempre un piccolo gruppo di tour organizzato in determinate circostanze, quando il tempo è molto limitato e c’è troppo da vedere. Piccoli tour di gruppo gestiti localmente aiutano i soldi del tuo turista a tornare direttamente nella comunità locale, dove i tour più grandi tendono a non farlo.

Detto questo, ho viaggiato due volte come parte di un grande gruppo di turisti: durante il mio primo viaggio in Europa, che è stata un’enorme curva di apprendimento e un punto di svolta nello sviluppo del mio stile di viaggio e di nuovo alcuni anni dopo in una crociera del Isole greche e Turchia. Ad essere completamente onesto, non viaggerei più su un’altra grande crociera a causa delle conseguenze negative che stanno avendo nelle città portuali europee.

Sebbene di solito sia un’opzione economica, viaggiare come parte di un grande gruppo di turisti non è un’opzione sostenibile in quest’epoca di overtourism, quindi non li prenderei più o li incoraggerei.

Fatti bizzarri su di me

  • Sono un accaparratore di lingue . Conosco piccoli pezzi di alcune lingue diverse, nessuna delle quali però parlo fluentemente! Parlo francese di livello elementare (anche se arrugginito) e ho imparato le basi del giapponese, spagnolo, italiano, so leggere un po ‘di greco di base e ho recentemente iniziato a imparare il russo. Dammi un alfabeto straniero e sono determinato a padroneggiarlo, anche se è tutto quello che finisco per padroneggiare? Credo che uno degli strumenti più utili per viaggiare sia imparare abbastanza della lingua locale: è fondamentale per farti ottenere ciò che vuoi e dove devi andare. Maggiori informazioni su come imparare facilmente la lingua per viaggiare qui!
  • Adoro collezionare souvenir tradizionali fatti a mano  da ciascuno dei luoghi in cui viaggio. Questi sono per lo più ricordi che trasformo in decorazioni natalizie in modo da poter rivivere i miei ricordi di viaggio ogni anno. Ecco alcuni dei migliori souvenir in Giappone che ho trovato!
  • Non mi sorprenderete a stare nel dormitorio di uno zaino in spalla oa viaggiare senza la valigia. Dato che sono australiano e volare ovunque tranne che in Nuova Zelanda significa un volo di più di 9 ore, se vado da qualche parte devono essere almeno due settimane. Ammettiamolo, è sempre bello viaggiare con qualche lusso in più da casa che ti aiuta a sentirti te stesso. Per non parlare dello spazio extra necessario per lo shopping per rilanciare le economie locali!
  • Sono un drogato di cioccolato confessato . Se è lì, è praticamente impossibile per me resistere.

Essere un blog di viaggio responsabile mi riassume più o meno!

Quando non viaggio, lo sogno. Quando non lo sogno, ne parlo. Si potrebbe dire che sono un po ‘ossessionato dall’idea di scoprire di più su questo meraviglioso mondo in cui viviamo e di aiutare a preservare al meglio le culture dei luoghi che visito. Ho tonnellate di ricerche e materiale per luoghi in cui devo ancora viaggiare perché sono determinato ad arrivarci un giorno!

Spero di rivederti presto,

Se ti senti ficcanaso e vorresti saperne di più su di me, fai clic su un’immagine qui sotto:

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Itinerario di un giorno a Ginevra: scopri i segreti della città vecchia e oltre

42 magnifici siti UNESCO in Europa essenziali per la tua lista dei desideri