Utenze: elettricità, gas, petrolio e legna

Elettricità, gas, petrolio e legna

Oltre all’elettricità e al gas, le case francesi utilizzano petrolio ( fioul o combustibile ) e legno ( bois ) per il riscaldamento e l’acqua calda, e il governo offre crediti d’imposta per l’installazione di sistemi energetici alimentati da combustibili rinnovabili (es. Legno e energia solare) .

L’elettricità e il gas sono forniti dalla società statale Electricité de France / Gaz de France (EDF / GDF), sebbene gli utenti commerciali di gas ed elettricità possano scegliere tra fornitori privati ​​(gli utenti domestici devono aspettare ancora un po ‘). Il prezzo del gas e dell’elettricità è ragionevole ed è diminuito in termini reali nell’ultimo decennio.

Per informazioni su come utilizzare nel modo più efficiente elettricità e gas, contattare l’Agence de l’Environnement et de la Maitrise de l’Energie (ADEME), 27 rue Louis-Vicat, 75737 Paris Cedex 15 (08 00 31 03 11, http : //www.ademe.fr  ), che ti consiglierà dove trovare il Point Info Energie ( PIE ) più vicino.

Elettricità

A differenza di altri paesi occidentali, la Francia genera circa il 75% della sua elettricità dall’energia nucleare, il resto proviene principalmente da varie centrali idroelettriche.

Ciò significa che l’elettricità della Francia è tra le più economiche in Europa (fornisce elettricità ai suoi vicini per meno di quanto possano produrla loro stessi e possiede altre nove società elettriche europee, tra cui Seeboard nel Regno Unito). A causa del costo moderato dell’elettricità e dell’alto grado di isolamento nelle nuove case, il riscaldamento elettrico è più comune in Francia che in altri paesi europei.

Alimentazione elettrica

La fornitura di energia elettrica in Francia viene consegnata alle abitazioni a 380/440 volt attraverso tre fasi separate (non una come in alcuni paesi) e viene poi condivisa sulle tre fasi a 220/240 volt con una frequenza di 50 Hertz (cicli). Alcuni apparecchi, come i grandi riscaldatori a immersione e le cucine, traggono energia da tutte e tre le fasi. Gli edifici più vecchi possono ancora avere alimentazioni a 110/120 volt, sebbene queste siano state convertite a 220/240 nella maggior parte delle aree.

Se ti stai trasferendo da un paese con un’alimentazione a 110 V (ad esempio gli Stati Uniti), il tuo equipaggiamento elettrico richiederà un convertitore o un trasformatore ( trasformatore ) per convertirlo a 240 V, sebbene alcuni apparecchi elettrici (ad esempio rasoi elettrici e asciugacapelli) lo siano dotato di un interruttore 110/240 volt. Verificare la presenza dell’interruttore, che potrebbe trovarsi all’interno dell’involucro, e assicurarsi che sia impostato su 240 V prima di collegarlo all’alimentazione. I convertitori sono adatti solo per apparecchi senza circuiti stampati o microchip che non necessitano di essere collegati per lunghi periodi (es. Riscaldatori, asciugacapelli, aspirapolvere e macchine da caffè). Apparecchiature elettroniche come computer, fax, TV e lettori video devono essere collegate all’alimentazione tramite un trasformatore step-down. Aggiungi il wattaggio dei dispositivi che intendi collegare a un trasformatore e assicurati che la sua potenza sia superiore a questa somma. Convertitori e trasformatori possono essere acquistati nella maggior parte dei negozi di bricolage, anche se nella maggior parte dei casi è più semplice acquistare nuovi elettrodomestici in Francia.

Classificazione di frequenza

Un ulteriore problema con alcune apparecchiature elettriche è la frequenza nominale, che in alcuni paesi, ad esempio gli Stati Uniti, è progettata per funzionare a 60 Hertz (Hz) e non ai 50Hz della Francia. Le apparecchiature elettriche senza motore non sono generalmente influenzate dalla caduta di frequenza a 50Hz. Le apparecchiature con un motore possono funzionare con una riduzione della velocità del 20%; tuttavia, lavatrici automatiche, cucine, orologi elettrici, giradischi e registratori sono inutilizzabili in Francia se non progettati per il funzionamento a 50Hz. Per scoprirlo, guarda l’etichetta sul retro dell’attrezzatura. Se dice 50 / 60Hz, dovrebbe funzionare. Se dice 60Hz, potresti provarlo comunque, ma prima assicurati che la tensione sia corretta come descritto sopra. Tenere presente che i trasformatori e i motori dei dispositivi elettrici progettati per funzionare a 60 Hz si surriscaldano a 50 Hz, quindi è necessario assicurarsi che le apparecchiature abbiano spazio sufficiente attorno ad esse per il raffreddamento.

In molte zone rurali le luci spesso tremolano e occasionalmente si spengono e si riaccendono quasi immediatamente (quel tanto che basta per mandare in crash il computer!). Le interruzioni di corrente di diversi minuti o ore sono abbastanza frequenti in alcune zone, in particolare durante i temporali, e in alcuni reparti (es. Gers) c’è un alto rischio di fulmini. Se vivi in ​​una zona con un’alimentazione elettrica instabile, è prudente procurarsi uno stabilizzatore di potenza per un computer o altre apparecchiature vitali per evitare che si spenga quando l’alimentazione cala. Se si utilizza un computer, è anche consigliabile installare un gruppo di continuità (UPS) con una batteria di backup, che consente di risparmiare tempo (circa cinque minuti) per salvare il lavoro e spegnere il computer dopo un’interruzione di corrente. Se sei preoccupato per i fulmini, puoi installare un dispositivo “anti-illuminazione” ( parafoudre ) nella scatola dei fusibili. (Dovresti anche tenere a portata di mano torce, candele e preferibilmente una lampada a gas!)

Se l’alimentazione continua a inciampare quando si tenta di utilizzare una serie di apparecchi ad alta potenza allo stesso tempo, probabilmente significa che il rating ( puissance ) della rete elettrica è troppo bassa. Questo è un problema comune in Francia. Se questo è il caso, devi chiedere a EDF di aumentare la potenza della tua proprietà, anche se questo può aumentare la tua carica (vedi sotto) fino al 40%. L’impostazione della potenza viene solitamente mostrata sullo strumento ( computer ). Le valutazioni possibili sono 3, 6, 9, 12, 15, 18, 24, 30 e 36 kilowatt (KW o Kva).

Per calcolare l’alimentazione richiesta, è necessario elencare tutti gli elettrodomestici di cui si dispone (più quelli che si intendono installare, come una doccia elettrica o una lavastoviglie) e il consumo di ciascuno. Aggiungi il consumo di energia degli apparecchi che probabilmente farai funzionare contemporaneamente per ottenere il numero totale di kilowatt richiesti. Le tre tariffe inferiori (3, 6 e 9 KW) non soddisfano il riscaldamento elettrico, che richiede un’alimentazione da 12 KW a 18 KW. Se si dispone di un sistema di riscaldamento elettrico integrato, tuttavia, è possibile installare un gadget chiamato délesteur , che interrompe momentaneamente i convettori, il riscaldamento a pavimento e lo scaldabagno (ecc.) Quando altri apparecchi ad alto consumo sono in uso ma senza notevoli fluttuazioni di temperatura; potrebbe quindi essere possibile evitare una maggiore potenza nominale.

Se hai elettrodomestici come lavatrice, lavastoviglie, scaldabagno e riscaldamento elettrico in una casa di medie dimensioni (ad es. Due o tre camere da letto), probabilmente avrai bisogno di una fornitura di 18KW. Se si dispone di numerosi apparecchi elettrici ad alto wattaggio e riscaldamento elettrico, potrebbe essere necessaria l’alimentazione massima di 36 kW.

Standard di cablaggio

L’impianto elettrico nelle proprietà più vecchie è spesso eccentrico e può anche essere pericoloso, con prese esposte e fili scoperti evidenti. Uno dei compiti più importanti dopo l’acquisto di un immobile è controllare che l’impianto elettrico sia in buono stato e adeguato alle proprie esigenze. È possibile ottenere un rappresentante EDF per controllare il cablaggio in una proprietà.

Le case in Francia sono cablate in modo diverso da quelle di molti altri paesi (ad esempio, non utilizzano un sistema di anello principale, che è vietato). Le normative francesi riguardanti gli accessori e gli elettrodomestici nei bagni sono specifiche: sebbene siano consentiti interruttori e prese elettriche (a differenza del Regno Unito), non devono essere posizionati entro 2,25 m (7 piedi 6 pollici) da una vasca da bagno o doccia. Si noti inoltre che tutta la carpenteria metallica (es. Tubi) nei bagni deve essere messa a terra; questo spesso non è il caso negli edifici più vecchi.

Assicurati anche di avere abbastanza prese di corrente montate; anche nelle nuove proprietà è comune che gli sviluppatori non installino abbastanza punti (sebbene sia possibile eseguire fino a circa cinque dispositivi separati a basso wattaggio da una presa tramite un connettore multi-plug).

È essenziale avvalersi di un elettricista francese qualificato per i lavori elettrici (vedere sotto Électricité générale nelle pagine gialle). La fornitura di energia elettrica a una nuova proprietà o una proprietà che è stata ricablata sarà collegata da EDF solo al ricevimento di un certificato ( certificato / attestato di conformità ) approvato dal Comité National pour la Sécurité des Usagers de l’Électricité (CONSUEL). Questo può essere organizzato da un costruttore francese o da un elettricista registrato.

Spine, fusibili e lampadine

La prima cosa da controllare prima di trasferirsi in una casa in Francia è se ci sono apparecchi di illuminazione. Quando si cambia casa, alcune persone non si limitano a rimuovere la lampadina, ma i portalampada, il flessibile e persino il rosone! A seconda di dove vieni, potresti aver bisogno di nuove spine ( fiche ) o molti adattatori. Gli adattatori per lampade importate e altri apparecchi elettrici potrebbero essere difficili da ottenere in Francia, quindi è consigliabile portarne alcuni con te, oltre a prolunghe e prolunghe multi-plug che possono essere montate con spine francesi.

La maggior parte delle spine francesi ha due pin rotondi, alcuni con una presa femmina ( premio ) nella spina che forma un “terzo” collegamento di terra. Piccoli apparecchi elettrici a basso wattaggio fino a sei ampere, come lampade da tavolo, piccoli televisori e computer, non richiedono una messa a terra. Spine con messa a terra devono essere utilizzate per apparecchi ad alto wattaggio fino a 16 ampere, come fuochi, bollitori, lavatrici, frigoriferi e cucine. Queste spine devono essere utilizzate con prese a tre punti corrispondenti e si adattano anche a prese a due punti.

Gli apparecchi elettrici con messa a terra hanno un cavo a tre conduttori e non devono mai essere utilizzati con una spina a due poli senza presa di terra. Si noti che molte prese francesi non sono dotate di messa a terra e molti apparecchi elettrici funzionano senza messa a terra, ad eccezione di lavatrici, lavastoviglie e asciugatrici. Le spine francesi non sono dotate di fusibili.

Assicurarsi sempre che una spina sia cablata correttamente e saldamente, poiché un cablaggio errato può causare lesioni mortali (ed è anche un pericolo di incendio).

Negli impianti moderni, fusibili ( fusibles ) sono del sistema di viaggio tipo o terra pop-out reset. Quando si verifica un cortocircuito (circuito di corte ) o il sistema è stato sovraccaricato, interviene un interruttore (circuito disgiuntore / coupé ) e l’alimentazione viene interrotta. Prima di ricollegare l’alimentazione, spegnere tutti gli apparecchi ad alta potenza come una lavatrice o una lavastoviglie. Assicurati di sapere dove si trova l’interruttore di scatto e tieni una torcia a portata di mano in modo da poterla trovare al buio.

Le lampadine elettriche in Francia sono del tipo Edison con attacco a baionetta o a vite ed entrambe sono facilmente reperibili nei negozi. Puoi anche acquistare adattatori per convertire da uno all’altro. Le lampadine per apparecchi elettrici non standard, ovvero apparecchi non prodotti per il mercato francese, come frigoriferi e macchine da cucire, potrebbero non essere disponibili in Francia, quindi porta con te dei pezzi di ricambio.

Convertitori e trasformatori

Le apparecchiature elettriche da 110 volt CA (ad esempio dagli USA) richiedono un convertitore o un trasformatore step-down ( trasformatore ) per convertirle a 240 volt CA, sebbene alcuni apparecchi elettrici (rasoi elettrici, asciugacapelli) siano dotati di un Interruttore 110/240 volt. Verificare la presenza dell’interruttore, che potrebbe trovarsi all’interno dell’involucro, e assicurarsi che sia impostato su 240 volt prima di collegarlo all’alimentazione. I convertitori possono essere utilizzati per gli apparecchi di riscaldamento, ma i trasformatori sono necessari per gli apparecchi motorizzati. Aggiungi il wattaggio dei dispositivi che intendi collegare a un trasformatore e assicurati che la sua potenza sia superiore a questa somma.

Generalmente, piccoli elettrodomestici ad alta potenza, come bollitori, tostapane, stufe e ferri da stiro, necessitano di grandi trasformatori. I motori di grandi elettrodomestici, come cucine, frigoriferi, lavatrici, asciugatrici e lavastoviglie, devono essere sostituiti o montati con un grande trasformatore. Nella maggior parte dei casi è più semplice acquistare nuovi elettrodomestici in Francia, che sono di buona qualità e a prezzi ragionevoli. Si noti inoltre che le dimensioni di cucine importate, forni a microonde, frigoriferi, lavatrici, asciugatrici e lavastoviglie possono differire da quelle in Francia, quindi potrebbero non adattarsi a una cucina francese.

Un ulteriore problema con alcune apparecchiature elettriche è la frequenza nominale, che in alcuni paesi, ad esempio gli Stati Uniti, è progettata per funzionare a 60 Hertz (Hz) e non ai 50Hz della Francia. Le apparecchiature elettriche senza motore non sono generalmente influenzate dalla caduta di frequenza a 50Hz. Le apparecchiature con un motore possono funzionare con una riduzione della velocità del 20%; tuttavia, lavatrici automatiche, cucine, orologi elettrici, giradischi e registratori sono inutilizzabili in Francia se non progettati per il funzionamento a 50Hz. Per scoprirlo, guarda l’etichetta sul retro dell’attrezzatura. Se dice 50 / 60Hz, dovrebbe funzionare. Se dice 60Hz, potresti provarlo comunque, ma prima assicurati che la tensione sia corretta come descritto sopra. Tenere presente che i motori dei dispositivi elettrici progettati per funzionare a 60 Hz si surriscaldano a 50 Hz, quindi è necessario assicurarsi che le apparecchiature abbiano uno spazio sufficiente attorno ad esse per il raffreddamento.

Connessione e registrazione

Di solito è necessario rivolgersi all’ufficio EDF locale per collegare l’elettricità e firmare un contratto che specifichi l’alimentazione elettrica (vedi sotto) installata e la tariffa richiesta. Per collegare l’elettricità, devi dimostrare di essere il proprietario producendo un attestato o un contratto di locazione se stai affittando. È inoltre necessario mostrare il passaporto o il permesso di soggiorno ( carte de séjour ). Se desideri pagare la bolletta tramite addebito diretto da un conto bancario o postale, non dimenticare di portare con te i dati del tuo conto ( rilevé d’identité bancaire ).

Quando si cambia casa, la maggior parte delle persone lo comunica a EDF alcuni giorni prima di partire (EDF richiede un preavviso di almeno due giorni) e EDF presume che qualcun altro stia rilevando la proprietà. Per assicurarti che la tua fornitura di elettricità sia collegata e che non paghi l’elettricità di qualcun altro, dovresti contattare l’ufficio EDF locale e chiedere loro di leggere il contatore ( rilevé speciale ) prima di rilevare una proprietà. Se la proprietà ha una fornitura esistente, è necessario pagare una tassa di ‘accesso’ ( frais d’accès ) di 14 €. I residenti di solito non pagano un deposito, anche se ai non residenti potrebbe essere richiesto di pagarne uno. Quando pagabile, il deposito è rimborsabile contro future fatture.

Quando si acquistano apparecchi elettrici, l’etichetta PROMETELEC (Association pour le développement et l’amélioration des installation intérieures) indica che sono sicuri. La sicurezza dei materiali elettrici è solitamente indicata dalle iniziali “NF” ( normes françaises ) dell’associazione francese per gli standard di sicurezza . EDF / GDF pubblicano una serie di opuscoli che descrivono in dettaglio i loro servizi e le tariffe, tra cui uno in francese e inglese, Le Service du Gaz et de l’Électricité . EDF pubblica un utile opuscolo gratuito (in francese), EDF répond à vos questions , disponibile presso qualsiasi ufficio EDF. Il tuo ente elettrico locale potrebbe anche avere un opuscolo ( livret de l’usager de l’électricité ) che spiega la fornitura e l’apparato elettrico. In caso di domande sulla fornitura di elettricità, contattare l’ufficio Électricité de France locale (elencato nelle pagine gialle e ricercabile su http://particuliers.edf.fr – inserire il nome del comune nella casella a destra ” Votreagenzia ‘). Le informazioni possono essere ottenute anche tramite una linea telefonica a tariffa locale (08 10 12 61 26).

Tariffe

La tua tariffa fissa ( abbonamento ) dipende dalla valutazione della tua fornitura e dalla tariffa che scegli, che influisce anche sull’importo che paghi per l’elettricità consumata (calcolata in kilowattora o KWh). EDF offre tre opzioni tariffarie domestiche: base (adatta solo a chi usa poca elettricità), off-peak (con tariffe diverse per uso diurno e notturno) e Tempo (più adatta per chi ha seconde case non occupate a lungo periodi). A tutte le bollette dell’elettricità viene applicata una tassa denominata contributo au service public all’aliquota di 0,33 € per KWh. I dettagli delle tariffe sono forniti in Vivere e lavorare in Francia .

Metri

I misuratori vengono solitamente installati in una scatola su un muro esterno di una proprietà. Tuttavia, se il tuo contatore non è accessibile o una casa non è occupata in modo permanente, assicurati di lasciare le chiavi a un vicino o prendi accordi speciali per leggere il contatore. (Puoi collegare il tuo contatore a una scatola esterna per circa 75 €). Se il tuo contatore non può essere letto, riceverai un preventivo basato sulle tue bollette precedenti, anche se deve essere letto almeno una volta all’anno.

Fatture

Normalmente la tua elettricità viene fatturata ogni tre mesi, ma potresti ricevere fatture bimestrali o mensili se il tuo consumo è superiore a un certo livello. Un certo numero di fatture ( facture ) ricevuti durante tutto l’anno, ad esempio bollette alterni, sono stimati. Le fatture includono la carica permanente, l’IVA e le tasse locali ( tasse locali ). L’IVA è riscossa al 5,5% sulla tariffa fissa e al 19,6% sul consumo totale di energia. Le tasse locali ( taxe commune / département ) si aggirano intorno al 12% e, ove applicabili, vengono applicate all’80% circa del consumo e del totale delle spese fisse prima dell’aggiunta dell’IVA. Anche l’IVA al 19,6% viene applicata sulle tasse locali.

Le fatture possono essere pagate tramite addebito diretto ( prélèvement automatique ) da un conto bancario o postale. È anche possibile pagare un importo fisso ogni mese tramite ordine permanente basato sull’utilizzo stimato; a fine anno si riceve una fattura dell’importo dovuto o un abbuono dell’importo pagato in eccesso. Questi metodi di pagamento sono preferibili, soprattutto se trascorri molto tempo fuori casa o non sei residente. Se non sei residente, puoi far inviare le fatture a un indirizzo al di fuori della Francia. Se non paghi una fattura in tempo, gli interessi ( maggiorazione ) possono essere addebitati a 1,5 volte il tasso di interesse corrente. Se le tue bollette non vengono ancora pagate dopo un certo periodo, la tua compagnia elettrica può interrompere il tuo servizio.

Gas: rete elettrica, bombole o serbatoi di gas

Il gas di rete ( gaz de ville ) è disponibile solo in circa 80 paesi e città ed è fornito dalla Gaz de France (GDF) di proprietà statale, parte della stessa compagnia di Electricité de France (EDF). (Le forniture di gas alle imprese sono state privatizzate nel luglio 2004 e le forniture private dovrebbero essere privatizzate nel luglio 2007.) Se si acquista una proprietà senza una fornitura di gas di rete, è possibile ottenere un nuovo collegamento ( raccordement ), a condizione che ovviamente il gas di rete sia disponibile in zona. Se la proprietà si trova entro 35 m (115 piedi) da una fornitura, i costi di connessione sono di circa € 320; in caso contrario, è necessario richiedere un preventivo per il collegamento, che può essere molto costoso.

Quando ci si sposta in un immobile già allacciato alla rete gas, è necessario contattare GDF per far accendere il gas e / o far leggere il contatore e far passare il conto a proprio nome. Questo di solito può essere fatto nello stesso momento in cui organizzi la fornitura di elettricità. È previsto un addebito per l’allacciamento ( mise en service ) di circa 14 € (o 28 € se si hanno contemporaneamente gas ed elettricità).

Come per l’elettricità, devi decidere il tipo di alimentazione che desideri, es. Base solo per cucinare, B0 per cucinare e acqua calda, B1 per riscaldamento (in una casa piccola) e B2I per riscaldamento (in una casa più grande). Il costo del servizio annuale ( abbonamento ) è inferiore per una fornitura limitata (es. € 24 per base rispetto a € 187 per B2I ) ma ti viene addebitato un importo maggiore per kWh (€ 0,0602 per base e tra € 0,0345 e € 0,0325 per B2I a seconda la città in cui vivi).

I dettagli delle tariffe in ogni città in cui è disponibile il gas di rete possono essere trovati sul sito web GDF (http://dolcevita.gazdefrance.fr – fare clic su ” les tarifs de gaz de France ” e quindi inserire un codice postale). Ulteriori informazioni sulle forniture di gas sono fornite in Vivere e lavorare in Francia .

Gas in bottiglia

La maggior parte delle case rurali ha cucine e alcune anche scaldabagni che utilizzano gas in bottiglia. I fornelli spesso hanno una combinazione di fornelli elettrici e (in bottiglia) (puoi scegliere la miscela). Quando ti trasferisci in una proprietà, controlla che la bombola del gas non sia vuota. Tieni a portata di mano una o due bombole di scorta e assicurati di chiedere come cambiare le bombole, poiché questa può essere una procedura piuttosto complicata, che coinvolge interruttori di sicurezza, ecc. Il gas in bottiglia è più costoso del gas di rete. Le bottiglie sono disponibili nei formati da 35 kg, 13 kg e 5/6 kg. Uno piccolo usato solo per cucinare durerà una famiglia media circa sei settimane.

Le bottiglie possono essere acquistate presso la maggior parte delle stazioni di servizio e dei supermercati / ipermercati, ma dovresti scambiare una bottiglia vuota con una nuova; altrimenti è molto più costoso. Una bottiglia di scambio costa circa 20 €. Se devi acquistare nuove bombole del gas, ti verrà chiesto di registrarti e pagare una cauzione (es. € 40 a bombola). Alcuni negozi di paese vendono anche gas in bottiglia. Si noti, tuttavia, che esistono diversi tipi di bottiglia (ad esempio Antargaz, Butagaz, Primagaz e Totalgaz, ciascuno di un colore diverso) il fornitore di un tipo non accetterà una bottiglia vuota di un altro tipo. (Controlla prima di scaricare le tue bottiglie da 35 kg!) Nota anche che i connettori di solito girano nella direzione opposta alla maggior parte dei dispositivi filettati.

Alcune case tengono le bombole del gas fuori, spesso sotto una tettoia. In questo caso è necessario acquistare gas propano piuttosto che butano, in quanto può sopportare un intervallo di temperature maggiore rispetto al butano, che è solo per uso interno (infatti, le bombole di gas propano devono essere tenute fuori casa). Si noti inoltre che il butano richiede una valvola di domanda diversa ( détendeur ) dal propano, cioè 28M.bar 1300g / h invece di 37M / bar 1500g / h.

Se hai intenzione di acquistare o affittare un appartamento, controlla se le bombole del gas sono consentite, poiché sono vietate in molti nuovi appartamenti.

Serbatoi di benzina

Il riscaldamento centralizzato a gas è comune in Francia, sebbene nelle zone rurali la fornitura di gas provenga da un serbatoio del gas ( citerne ) installato sulla proprietà, piuttosto che da una rete elettrica o da bottiglie. I serbatoi possono essere noleggiati, da fornitori come Total e Antargaz, per circa € 300 all’anno, oppure si può versare una cauzione di circa € 1.500, che viene rimborsata se si stipula un contratto di fornitura di gas a tempo determinato.

Se prendi in consegna una proprietà con un serbatoio di gas, non devi solo pagare il deposito ma anche riempirlo e pagare un serbatoio pieno di gas, indipendentemente da quanto è rimasto in esso!

Il costo per riempire un serbatoio da 1.100kg è di circa 1.000 €; alcuni fornitori offrono piani di pagamento mensili. Una famiglia di quattro persone in una casa media con riscaldamento centralizzato a gas, acqua calda e cucina consuma circa 1.150 kg all’anno (circa 800 kg per il riscaldamento, 300 kg per l’acqua calda e 50 kg per cucinare).

Avere un serbatoio di gas nella tua proprietà aumenterà i premi assicurativi.

acqua

La rete idrica in Francia è fornita da una serie di società private, la più grande delle quali è il gruppo Saur (parte di Bouygues, che fornisce anche servizi di telefonia mobile, http://www.saur.com  ), Suez Environment (ex Lyonnaise- des-Eaux, http://www.lyonnaise-des-eaux.fr  ) e Veolia Environment (parte di Vivendi, http://www.generale-des-eaux.fr  ), che insieme forniscono circa tre quarti l’acqua in Francia.

Suez e Veolia sono fornitori globali con circa 235 milioni di clienti. L’infrastruttura di approvvigionamento idrico, tuttavia, è di proprietà e gestita dai comuni locali, quindi le tariffe variano in tutto il paese. La maggior parte delle proprietà in Francia è dotata di contatore, quindi paghi solo per l’acqua che usi e viene addebitata per metro cubo (1.000 litri). Se è necessario installare un contatore dell’acqua, è previsto un piccolo addebito non rimborsabile. Quando ti trasferisci in una nuova casa, chiedi alla compagnia idrica locale di leggere il contatore. Si noti che i proprietari di una copropriété possono installare contatori individuali.

Fornitura e connessione

Se possiedi una proprietà in o vicino a un villaggio, di solito puoi essere collegato a una rete idrica. Si noti, tuttavia, che la connessione può essere costosa, poiché è necessario pagare per scavare i canali necessari per i tubi. Ottenere una quotazione ( idea ) dalla compagnia idrica locale per il collegamento della fornitura e l’installazione di un contatore dell’acqua. Aspettatevi che il collegamento costerà almeno 800 €, a seconda del tipo di terreno e terreno (o roccia!) Che deve essere scavato per posare i tubi. Se stai pensando di acquistare una proprietà e installare una rete idrica, richiedi un preventivo prima di firmare il contratto di acquisto.

La carenza d’acqua è rara nelle città (sebbene si verifichi occasionalmente), ma è abbastanza comune in alcune zone rurali durante le lunghe estati calde, quando l’acqua può essere periodicamente chiusa. È possibile installare un serbatoio di stoccaggio per le emergenze e dovresti anche mantenere una fornitura di emergenza per annaffiare il giardino o riciclare l’acqua della tua casa.

Se ti affidi a un pozzo ( puits ) o una sorgente ( sorgente ) per la tua acqua, tieni presente che questi possono prosciugarsi, in particolare in parti della Francia centrale e meridionale, che continuano a sperimentare la siccità.

Confermare sempre che una proprietà rurale abbia una fonte d’acqua affidabile e controllarla o farla controllare da un esperto.

Se la sorgente si trova sul terreno di un vicino, assicurati che non ci siano controversie sulla proprietà dell’acqua e sui tuoi diritti di utilizzarla, ad esempio che non possa essere fermata o drenata dai tuoi vicini. Non paghi le spese per l’acqua del pozzo o l’acqua di un ruscello o di un fiume che attraversa la tua proprietà. Se una scorta è contrassegnata come acqua non potabile , l’acqua non deve essere bevuta.

Costo

È normale avere un contratto per una certa quantità di acqua; se superi questo importo, incorrerai in un addebito maggiore. Non esiste una tariffa fissa ( forfait ), che è stata abolita, sebbene possano essere riscossi “oneri speciali”. Il prezzo dell’acqua francese varia fino al 100% da regione a regione, a seconda della sua disponibilità o scarsità, ed è tra le più costose al mondo, sebbene le tariffe includano le spese di fognatura. Se la tua proprietà è collegata alla rete fognaria ( tout à l’égout ), la tua acqua può costare fino a 3,60 € al metro cubo o un minimo di 1,75 €; la media nazionale è di circa 2,75 euro. Se invece ha una fossa settica ( fosse septique ), invece, la bolletta dell’acqua sarà molto più bassa, es. 0,75 € al metro cubo.

Fatture

Sei fatturato dalla tua compagnia idrica locale ogni anno o ogni sei mesi e puoi pagare con addebito diretto. Se un condominio è di proprietà en copropriété , la bolletta dell’acqua per l’intero condominio viene solitamente suddivisa tra gli appartamenti in base alla loro dimensione. L’acqua calda può essere addebitata aggiungendo un importo per metro cubo consumato da ogni appartamento, per coprire le spese di riscaldamento dell’acqua, oppure può essere condivisa tra gli appartamenti in proporzione alla loro dimensione.

Rete fognaria

Le proprietà nelle aree urbane sono normalmente collegate alla rete fognaria ( tout à l’égout ), mentre quelle nelle parti rurali di solito hanno sistemi fognari individuali: pozzi neri ( puisard ) o fosse settiche ( fosse septique, noto anche come puits perdu – a ‘ perso bene ‘!).

Si noti, tuttavia, che secondo una legge approvata nel gennaio 1992, entrata in vigore nel dicembre 2005 (anche se sarà molto più lungo prima che entri in vigore!), La rete fognaria deve essere installata ovunque sia considerata conveniente, che generalmente significa nel centro di tutti i villaggi francesi.

Laddove sia installata la rete fognaria, sarà addebitato un canone una tantum per l’allacciamento effettuato a tutti gli immobili all’interno dell’area dell’impianto, che dovrà essere allacciato entro due anni dall’installazione, più un canone annuo di servizio. Le spese per la rete fognaria sono normalmente incluse nelle tasse di proprietà.

Se hai una fossa settica, dovresti usare bio-digestori enzimatici e impiegare con parsimonia candeggina e drenanti, poiché uccidono i batteri amichevoli che prevengono i cattivi odori.

Una fosse toutes eaux deve essere svuotata almeno una volta all’anno, a seconda che una proprietà sia abitata stabilmente o meno, una fosse septique ogni tre-cinque anni; il costo dello svuotamento è di circa 200 €. Nota che non devi usare alcuni detergenti, come l’ammoniaca, in una fossa settica, poiché la distruggeranno e potresti dover inserire prodotti appositamente formulati nel serbatoio per mantenerla funzionante correttamente.

SUGGERIMENTO: prima di acquistare una proprietà con un proprio sistema fognario, dovresti farlo controllare da un esperto. Prima di acquistare una proprietà o un terreno senza un sistema, dovresti ottenere la consulenza di un esperto per sapere se è possibile installarne uno ea quale costo.

Questo articolo è un estratto da Comprare una casa in Francia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

10 (quasi) gemme nascoste di Tokyo segrete di cui non hai mai sentito parlare

Da Hiroshima a Miyajima in traghetto: ecco perché vale una gita di un giorno