in

6 MIGLIORI ISOLE ISLANDESI: LA TUA GUIDA COMPLETA

Ad esempio, hai Grímsey nel nord dell’Islanda. Oppure c’è Viðey, un’isola al largo della capitale islandese. C’è molto da scoprire su tutte queste isole e altro ancora. Durante un memorabile tour privato dell’Islanda , potresti esplorarne uno o più, a seconda dell’itinerario prescelto.

Potresti fare una gita di un giorno su un’isola o trascorrere un pomeriggio vagando per una remota isola islandese. Per avere un’introduzione e fornire un po’ di ispirazione, leggi la nostra guida a 6 delle migliori isole islandesi.

1. Isola di Viðey

Viðey è l’isola più grande di Kollafjörður, la baia al largo della costa settentrionale di Reykjavík .

Durante l’estate può essere un luogo popolare per osservare gli uccelli e visitare le sue incantevoli spiagge. Puoi anche noleggiare una bicicletta o passeggiare per l’isola seguendo i sentieri panoramici. In inverno, invece, l’isola ha un tipo di attrazione molto diverso.

Il 9 ottobre 2007, l’artista Yoko Ono ha presentato la sua  Imagine Peace Tower  a Viðey. Si tratta di un’installazione permanente da cui si proietta nel cielo una torre di luce. La base è un monumento in pietra bianca scolpita con le parole “immagina la pace” in diverse lingue. 

Creato in onore di John Lennon, viene acceso ogni anno dal compleanno di Lennon il 9 ottobre fino all’8 dicembre, giorno della sua morte.

Il modo migliore per visitare: Interessato a visitare questa fantastica isola? È un luogo ideale per una gita di un giorno o anche di mezza giornata durante il tuo soggiorno nella capitale islandese.

Anche se sei in città solo per una breve vacanza, potresti avere il tempo di fare un salto a Viðey. Ammira le viste sulla terraferma e individua la penisola di Snæfellsnes in lontananza.

L’isola è facilmente raggiungibile tramite un traghetto giornaliero. Potresti salire da Harpa , dal vecchio porto o da Skarfabakki, leggermente fuori città. Ci vogliono dai 10 ai 20 minuti a seconda del porto.

I traghetti funzionano tutto l’anno, anche se in inverno sono ridotti solo nei fine settimana. Il traghetto è gratuito se possiedi la Reykjavík City Card.

2. Isola Flatey

Flatey, che in effetti significa isola piatta, è la più grande delle isole occidentali. Ciò è sorprendente quando si apprende che in realtà è molto piccolo, misurando solo 2 chilometri per 1 chilometro.

In estate, Flatey  è un luogo popolare per i visitatori dall’Islanda e dall’estero. Puoi vedere le molte vecchie case ben conservate dell’isola e camminare lungo l’unica strada dell’isola. Ci sono anche alcuni negozi e ristoranti aperti in questo periodo dell’anno.

Molto probabilmente sarà sufficiente una breve visita per vedere la bellezza dell’isola, ma potresti anche fermarti più a lungo. Questo ti permetterebbe di visitare in modo più approfondito, scoprendo la riserva naturale e il santuario della fauna selvatica. Assicurati di individuare i puffini colorati!

Non ci sono auto sull’isola, il che la rende tranquilla e percorribile a piedi.

Il modo migliore per visitare: fai una gita di mezza giornata durante la tua visita dell’Islanda occidentale . Sali a bordo di un traghetto per Flatey dalla penisola di Snæfellsnes. Ci vuole circa 1h30 per raggiungere l’isola dal porto di Stykkishólmur .

Potresti anche fare un salto se stai facendo un giro completo dell’Islanda e visitando i remoti fiordi occidentali . In estate è disponibile un traghetto di 1 ora da Brjánslækur. Questo viaggio ti porterà attraverso il bellissimo fiordo Breiðarfjörður.

3. Isola Hrísey

Situata nel nord dell’Islanda nel fiordo Eyjafjörður, Hrísey è la seconda isola più grande del paese. Se non stai visitando, dovresti essere in grado di individuarlo dalla barca sulla strada per Grímsey.

Originariamente stabilito come insediamento vichingo, oggi è un’area naturale protetta. L’isola è un terreno fertile per circa 40 specie di uccelli, tra cui pernice bianca e anatre. Perché non prendersi un po’ di tempo per individuarli?

Hrísey è un ottimo posto per provare un giro guidato in trattore per ascoltare direttamente l’isola da un locale. Oppure potresti esplorare da solo e camminare lungo uno dei percorsi naturalistici segnalati. 

Altre attività divertenti da fare qui includono immergere le dita dei piedi nella piscina termale locale e visitare la Casa dello squalo Jörundur. Quest’ultimo ospita una mostra sull’isola e sulla storia della pesca degli squali in Islanda ai vecchi tempi.

Il modo migliore per visitare: Hrísey è molto accessibile come gita di un giorno da Akureyri . Guida per 30 minuti o prendi un autobus verso nord per Árskógssandur prima di salire a bordo di un traghetto di 15 minuti per l’isola.

Potresti anche prendere un traghetto da Dalvik, lo stesso porto di Grímsey, ma questo è meno frequente.

4. Isola Grimsey

Grímsey  è la parte abitata più settentrionale dell’Islanda. Si trova in parte all’interno del Circolo Polare Artico, 40 chilometri (25 miglia) a nord della terraferma. È un’isola bellissima e rocciosa che non molte persone riescono a visitare.

Una delle migliori attività a cui partecipare a Grímsey è il birdwatching. Grazie alle sue scogliere scoscese, l’isola ospita molte specie di uccelli e colonie tra cui le colorate pulcinelle di mare dell’Atlantico .

Questi splendidi uccelli marini vengono a riva ogni estate per riprodursi e l’Islanda è una destinazione popolare. Attira oltre il 60% dell’intera popolazione di pulcinella di mare.

In prossimità del solstizio d’estate, a causa della sua latitudine settentrionale, qui il sole non tramonta. Questo fenomeno chiamato sole di mezzanotte dona all’isola un’atmosfera unica e magica. 

Al contrario, durante il solstizio d’inverno il sole non sorgerà all’interno del circolo polare artico. La notte polare rende Grímsey un luogo ideale per avvistare l’aurora boreale nel cielo scuro.

Il modo migliore per visitarla: se stai visitando il nord dell’Islanda, dirigiti a Dalvik per imbarcarti sul traghetto per Grímsey. Questo porto si trova a 40 minuti di auto da Akureyri, il che lo rende una gita di un giorno ideale se soggiorni qui.

La barca impiega 3 ore per raggiungere l’isola settentrionale. Ci sono traghetti durante l’inverno, ma le acque possono essere mosse in questo periodo dell’anno. Poiché la baia a nord di Akureyri è nota per l’ osservazione delle balene , cerca questi gentili giganti del mare.

5. Isole Westman

Vestmannaeyjar , o le isole Westman in inglese, è uno splendido arcipelago al largo della costa meridionale dell’Islanda. Composte da 15 isole, sono state create da eruzioni vulcaniche sotto il mare.

Heimaey è l’unica isola abitata dell’arcipelago. È anche l’isola più grande delle numerose isole islandesi.

Ha raggiunto la fama internazionale nel 1973 dopo che l’eruzione del vulcano Eldfell ha costretto la popolazione a fuggire dalle proprie case nel cuore della notte. Un terzo delle case fu sepolto nella lava e nella cenere.

Puoi saperne di più sulla storia di questa tragica notte al Museo Eldheimar sull’isola.

Una delle altre isole minori dell’arcipelago è  Surtsey . È una nuova isola formatasi dopo l’eruzione del 1963 avvenuta sotto il livello del mare (l’eruzione durò fino al 1967).

Libero da interferenze umane, è stato studiato dagli scienziati dal 1964. È stato iscritto come sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 2008.

Le altre isole, disabitate, sono delimitate da ripide scogliere che ospitano milioni di uccelli marini. Potresti fare una gita in barca per vederli da vicino. Gli uccelli che nidificano qui includono pulcinelle di mare e tridattili.

Se sei interessato a vedere alcune balene beluga durante il tuo soggiorno in Islanda, potresti visitare il santuario delle balene situato nel porto di Vestmannaeyjar.

Queste isole sono anche note per ospitare l’annuale Westman Islands Camping Festival (Þjóðhátíð). È il festival più grande d’Islanda, frequentato da oltre 15.000 festaioli ogni anno. 

Il modo migliore per visitare: le isole Westman sono l’ideale per un tour di un giorno fuori dai sentieri battuti da Reykjavík. Oppure potresti fare una deviazione dal tuo viaggio lungo la Ring Road per vedere queste magnifiche e selvagge isole.

6. Islanda continentale

Non possiamo menzionare le migliori isole dell’Islanda senza menzionare la terraferma ovviamente! L’Islanda è essa stessa un’isola situata nell’Oceano Atlantico settentrionale tra le Americhe e l’Europa. Sapevi che è il paese meno densamente popolato d’Europa?

La costa frastagliata è costellata di splendidi villaggi di pescatori, spiagge di sabbia nera e formazioni rocciose. Al centro, troverai gli aspri altopiani con ghiacciai , vulcani attivi e sorgenti termali.

Il modo migliore per visitare: visitare la terraferma può essere fatto in molti modi. Puoi concentrarti su una particolare regione che vuoi scoprire. L’Islanda del sud e l’Islanda dell’ovest possono essere abbinate. Potresti anche volare ad Akureyri per vedere i punti salienti della costa settentrionale.

Con almeno una settimana di vacanza si può fare il giro dell’isola , seguendo la circonvallazione. Visita tutte le attrazioni che desideri lungo il percorso. Oppure partecipa a una visita guidata per acquisire informazioni privilegiate.

Come puoi vedere, c’è molto da scoprire al largo della costa islandese. Sia durante le gite di un giorno che durante il tuo tour in giro per il paese. Esplora quanti ne vuoi! 

Con uno dei nostri consulenti di viaggio dedicati all’Islanda, puoi creare l’itinerario ideale per te. Soggiorna in luoghi meravigliosi, fai una deviazione verso le attrazioni remote e visita ciò che vuoi vedere di più.

Quando sei pronto per iniziare a pianificare, contattaci . Sei pronto per l’avventura di una vita.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

QUALCHE CURIOSITÀ SULLA LAPPONIA SVEDESE

8 ATTRAZIONI GEOTERMICHE IMPERDIBILI IN ISLANDA