in

Angkor Wat Sunrise – Tutto quello che devi sapere sull’alba più famosa del mondo

L’alba di Angkor Wat si trova comodamente in alto in molte liste di secchi, inclusa la mia. Ecco perché l’obiettivo principale del mio ultimo viaggio in Asia è stato quello di visitare i leggendari templi di Siem Reap e godersi l’alba più famosa del mondo.

È stato così popolare, dovrebbe essere facile ottenere la foto perfetta dell’alba di Angkor Wat, giusto? Beh, non lo è. Anche se avevo studiato il posto in tutto, mi mancava quasi ottenere la foto iconica!

Dopo essere arrivato allo stagno sbagliato, aver posizionato il mio treppiede sul lato sbagliato e quasi partito prima che il sole reale esca, ero irremovibile sul fatto che dovevo scrivere una guida all’alba di Angkor Wat per aiutare ogni altro viaggiatore / fotografo ad avere un viaggio all’alba di Angkor Wat senza intoppi.

Prima di entrare nei dettagli, impariamo un po ‘di più sul luogo per cui stai per sacrificare il tuo sonno.

Cos’è Angkor Wat

Situato a circa sei chilometri (quattro miglia) a nord di Siem Reap, il complesso archeologico di Angkor ospitava varie capitali del potente impero Khmer..

Fiorente dal 9 ° al 15 ° secolo, i Khmer governarono su un impero che si estendeva dal Myanmar al Vietnam. Al giorno d’oggi, il complesso copre un’area di oltre 1000 chilometri quadrati (400 miglia quadrate), ed è tra i siti archeologici più importanti e ben conservati in Asia.

Il Grande Tempio del complesso – Angkor Wat, fu costruito all’inizio del 12 ° secolo inizialmente come casa spirituale per il dio indù Vishnu, ma in seguito trasformato in un tempio buddista.

Con le sue magnifiche guglie di pietra antica, i bellissimi ornamenti e la silhouette pittoresca, non c’è da meravigliarsi che Angkor Wat non sia solo uno delle centinaia di templi della zona, ma una reliquia capolavoro della storia umana venerata abbastanza fortemente da essere sulla bandiera nazionale della Cambogia e sui loro soldi.

Angkor Wat Sunrise Spot

Andiamo al punto ora. Ci sono alcuni punti per fare una splendida foto e un posto definitivo dove puoi scattare l’iconica foto dell’alba.

La piscina riflettente sinistra (ovvero l’ultimo punto dell’alba)

La buona notizia è che il posto è perfetto con un chiaro riflesso e una vista simmetrica di Angkor Wat e delle sue torriHa anche una cornice naturale di palme.

La cattiva notizia è che tutti lo sanno, e c’è una lotta per i posti in prima fila. Ci sono letteralmente migliaia di persone sullo stagno sinistro che rendono estremamente difficile raggiungere i posti migliori e rovinano ogni possibilità di un’esperienza tranquilla.

La giusta piscina riflettente

Se arrivi in ritardo o non vuoi combattere le orde di turisti sulla piscina di sinistra, l’alternativa migliore è la piscina giusta.

La vista non sarà simmetrica come l’altra, ma poiché ci sono molte meno persone lì, l’esperienza dell’alba sarà più tranquilla e senza problemiUn vantaggio del punto di riflessione destro della piscina è che puoi nascondere la torre sinistra di Angkor Wat, che è attualmente in fase di ristrutturazione, dietro una palma.

Al cancello d’ingresso

Se vuoi una prospettiva diversa, un ottimo punto fotografico è il ponte di fronte al cancello del tempio. Durante il giorno, è incredibilmente difficile scattare una foto senza persone, quindi una delle migliori possibilità che otterrai è all’alba quando tutti sono alle piscine di riflessione.

Sul lato destro della piscina di riflessione a sinistra (aka arrivato troppo tardi posto)

Se sei troppo tardi per un posto in prima fila nella piscina di riflessione a sinistra, puoi andare nel suo angolo in alto a destra.

Hai bisogno di un obiettivo grandangolare e non avrai lo splendido riflesso dello stagno, ma otterrai una buona composizione delle guglie con alcune palme negli angoli.

Gli altri punti di alba del complesso di Angkor

Anche se ci sono dozzine di templi nella zona, tutti tranne alcuni di essi aprono alle 7:30 del mattino escludendoli come potenziali punti di alba.

I pochi eletti accanto ad Angkor Wat sono Pre Rup, Phnom Bakheng e il bacino idrico che era una piscina da bagno reale – Sras Srang.

Pre Rup

È un piccolo tempio, parte del grande percorso cerchio tuk-tuk e progettato in modo simile ad Angkor Wat. Non è così impressionante come il grande, ma se decidi di andare per l’alba lì, è quasi garantito che sarai l’unico lì.

Phnom Bakheng

Questo tempio si trova su una collina vicino al tempio principale, ed è più popolare come punto fotografico del tramonto, ma funziona anche per l’alba.
Dal momento che puoi vedere Angkor Wat in lontananza, non è un brutto posto per scattare una foto mistica con la nebbia mattutina intorno al tempio e la fitta giungla che lo circonda.
Assicurati di portare i tuoi migliori teleobiettivi, perché Angkor Wat è abbastanza lontano in lontananzaSe hai intenzione di scattare foto con un telefono, Phnom Bakheng non è il tuo posto.

Sras Srang

Non proprio un tempio ma più simile a un lago. Se catturi un cielo pittoresco con alcune nuvole interessanti, puoi fare una foto di riflessione kick-ass lì.

Se sei un cacciatore di alba che non sta guardando molto nelle opportunità fotografiche, ma più dell’esperienza pacifica e tranquilla , questo è il tuo posto.

Domande frequenti su Angkor Wat Sunrise

Come ottenere la migliore foto dell’alba di Angkor Wat?

– Prenota più di un giorno

Se vuoi davvero avere quell’immagine perfetta, pianifica più di una caccia all’alba. Anche se riesci a ottenere un primo posto dal tuo primo tentativo, non puoi mai indovinare quale cielo otterrai. Avere più di un tentativo ti dà maggiori possibilità di una foto di prim’ordine.

– Non andare il tuo primo giorno

Se hai bisogno di ottenere il tuo pass (che viene acquistato presso la biglietteria e apre alle 5:00 del mattino), sarai troppo tardi per i posti migliori. Prendi il tuo biglietto d’ingresso il giorno prima e fai una passeggiata intorno ad Angkor Wat per conoscere la zona.

– Assicurati di essere nello stagno corretto

Quindi, sì, andare al lago sbagliato è qualcosa che ho fatto … a mia difesa, ci sono due stagni più grandi appena fuori Angkor Wat che possono facilmente confondere un visitatore per la prima volta. Assicurati di andare al piccolo laghetto di riflessione all’interno del parco del tempio! Quello sul lato sinistro è il migliore.

– Vai presto

Non solo presto, molto presto. Lascia il tuo hotel alle 4:30 del mattino per assicurarti di essere una delle prime persone che entrano nell’area di Angkor Wat (apre alle 5:00 del mattino))

– Utilizzare il ponte corretto

Anche questo può sembrare ovvio, ma quando è così presto la mattina, tutto è buio e ti affidi esclusivamente a Google Maps (o qualsiasi app di mappe che usi). E su Google Maps, c’è solo un ponte distintivo che sembra essere l’ingresso di Angkor Wat.
Beh, potrebbe essere stato, qualche centinaio di anni fa, ma oggi è chiuso, e ce n’è un altro, fluttuante. Assicurati di andarci prima delle 5:00 del mattino per essere tra i primi all’interno.

– Trova la posizione migliore in piscina

Pensi di averlo coperto da quando hai scattato migliaia di foto e riesci facilmente a trovare il posto giusto? Questo è quello che ho pensato. Ma sorpresa sorpresa, alle 5:00 del mattino, è ancora buio, e non si possono vedere le torri di Angkor. Il primo posto che ho preso è stato al centro dello stagno e quando è diventato un po ‘più luminoso, ho scoperto che una palma sta bloccando una delle guglie del tempio, quindi ho dovuto spostarmi a sinistra e perdere il mio posto in prima fila guadagnato duramente …

– Utilizzare una lunga esposizione

Per ottenere il meglio da ogni alba o tramonto, è necessario imparare a utilizzare la tecnica della lunga esposizione. L’idea è di lasciare l’otturatore aperto per un lungo periodo di tempo in modo che la fotocamera possa catturare tutte le luci intorno e produrre una foto più chiara e luminosa.

Se ci sono nuvole o acqua in movimento, dà loro anche un bell’aspetto nebbioso. Mentre l’otturatore è aperto, ogni piccola mossa o scossa alla fotocamera risulterà una foto sfocata, quindi un treppiede è un must.

– Attenzione ai gigli

Quando scegli la tua posizione considera la posizione dei gigli in piscina. Una delle cose che rendono perfetta la foto dell’alba di Angkor Wat è il bellissimo riflesso, e non vuoi che alcuni gigli lo coprano.

– Scatta anche foto verticali

Scattare foto verticali ad Angor Wat rende difficile ottenere tutte le torri all’interno dell’inquadratura, ma se hai intenzione di pubblicare l’immagine su Facebook o Instagram, quelle verticali sembrano molto meglio sugli schermi dei telefoni!

– Aspetta che esca il sole

Questo è un errore che ho visto fare a molte persone (l’ho quasi fatto anch’io). Inizi le tue riprese intorno alle 5:30 del mattino quando inizia l’ora d’oro e la luce è morbida e calda. Alle 6:00 – 6:15 del mattino, il cielo diventa a tempo pieno di bel colore rosa / viola / arancione, e tutti sono come “wow“.

Alle 6:30 – 6:45 del mattino è già abbastanza luminoso, e il cielo non è così colorato come prima, quindi la folla lascia lo stagno di riflessione per entrare nel tempio. Non seguirli! Aspetta ancora mezz’ora e il sole sbircia lentamente dietro il tempio!
Bella foto opp che può risultare in una foto migliore di quella del cielo colorato che hai scattato in precedenza.

Assicurati di ricontrollare l’ora di alba a Siem Reap per l’intervallo di tempo della tua visita.

– Post-processo

Procurati Lightroom o altri software di post-elaborazione e ottieni tutti i colori catturati dalla tua fotocamera. Non preoccuparti, la post-elaborazione della tua foto non è un imbroglio e non significa che la tua foto sia falsa.

Cosa portare alla tua alba ad Angkor Wat?

Assicurati di far sapere al tuo hotel che stai andando all’alba in modo che possano preparare la colazione per andare. Oltre a ciò, hai bisogno di vestiti che coprano le spalle e le ginocchia (specialmente se sei una donna), un treppiede (un piccolo treppiede gorilla lo farà, ma devi assicurarti di ottenere un punto privilegiato), filtro ND (per prolungare la lunga esposizione) e se hai intenzione di usare un telefono – un selfie stick Non per fare selfie ma per sollevare il telefono sopra la folla quando scatti la tua foto dell’alba di Angkor Wat (puoi fare anche alcuni selfie in seguito).

Come visitare Angkor Wat?

Per visitare Angkor Wat, devi raggiungere la città di Siem Reap. Puoi farlo in autobus o in aereo (la città ha un aeroporto internazionale)
Siem Reap è abituata ad avere un gran numero di turisti, quindi non avrai problemi a trovare tutto ciò di cui hai bisogno, comprese le sim card di viaggio prepagate e tutti i tipi di articolazioni alimentari.

Dove alloggiare a Siem Reap?

Villa tempio d’oro

A soli 800 metri dal centro turistico della città, la Golden Temple Villa offre camere spaziose e ben progettate, una spaziosa piscina che ti aiuterà a sopravvivere al caldo cambogiano, una navetta aeroportuale gratuita e, soprattutto, un massaggio gratuito gratuito!

Soggiorno in casa tradizionale

Un’altra opzione interessante che puoi prenotare tramite Airbnb è questa tradizionale casa Khmer. Non c’è modo migliore per un’autentica esperienza cambogiana che soggiornare in uno di questi. Prenotando questa famiglia, otterrai anche un autista di tuk-tuk locale, una guida turistica e un ospite amichevole che cucinerà per te piatti tradizionali cambogiani!

Come spostarsi a Siem Reap e al complesso di Angkor?

Guidare un’auto all’interno del complesso è vietato agli stranieri, ma è possibile noleggiare una bicicletta se lo si desidera. Non lo consiglio però dato che le distanze sono lunghe e il sole cambogiano è implacabile!

Il modo migliore per navigare in città e nel complesso di Angkor è noleggiare un tuk-tuk per la giornata. Il prezzo è compreso tra 20 $ e 30 $ (per pax) al giorno e puoi indirizzare il tuo autista a portarti dove vuoi. Ci sono migliaia di tuk-tuk a Siem Reap, quindi non avrai problemi a trovarne uno.

Se vuoi un bel disco affidabile con cui puoi comunicare prima ancora di arrivare in Cambogia, contatta il signor SokParla un inglese eccellente, guida con attenzione e ti darà consigli utili su tutti i templi che visiti. Se non è disponibile, invierà uno dei suoi amici. Posso raccomandare personalmente il signor Thorn che non solo era sempre puntuale e guidava con molta attenzione, ma anche, dopo ogni visita al tempio, ci stava aspettando con una bottiglia di acqua fredda e salviette.

Ottenere un tuk-tuk in questo modo non solo garantirà la tua esperienza perfetta, ma assicurerà anche che i tuoi soldi per i turisti vadano alla popolazione locale di Siem Reap e non a qualche boss della mafia!

Per raggiungere Mr.Sok, aggiungilo prima come amico su Facebook e poi scrivi un messaggio (in questo modo puoi essere sicuro che il messaggio verrà visto e non inviato nella casella di posta “altri” che nessuno controlla mai).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Lisbona a Sintra – La gita di un giorno nella lista dei desideri

Un viaggio a Labuan Bajo o Come individuare un drago