Cinquanta grandi fughe: una guida globale alla creatività

Una guida globale alla creatività

Quelli di noi con sogni e voglia di esplorare non hanno problemi a seguire il consiglio di Mark Twain e fare il grande tuffo nell’ignoto. Altri hanno bisogno di più incoraggiamento. Per i più titubanti, ora c’è una guida ideale. Durante la lettura del nuovo libro di Jonathan Lee 50 Great Escapes – A Global Guide to Creativity non puoi fare a meno di fantasticare sulla tua fantastica fuga.

“Tra vent’anni sarai più deluso dalle cose che non hai fatto che dalle cose che hai fatto. Quindi, lancia le vele, salpa lontano dal porto sicuro. Cattura gli alisei nelle tue vele. Esplorare. Sognare. Scoprire.” Mark Twain

Ispirazione, creazione, grande occasione, innalzamento dell’inferno e reinvenzione

Ispirazione, creazione, grande occasione, innalzamento dell’inferno e reinvenzione sono le parole chiave di 50 Great Escapes . Cerchi un posto dove scrivere il tuo prossimo bestseller o cerchi semplicemente un posto dove ricaricare le batterie? Questo libro potrebbe darti un’idea che cambierà per sempre la tua vita. In caso contrario, – almeno – è una lettura molto interessante.

50 Great Escapes è una raccolta di storie ben illustrata che riunisce 50 brillanti pensatori, artisti e compositori insieme a 50 dei luoghi più stimolanti del pianeta e ti incoraggia a seguire il loro e il tuo istinto creativo. Quando leggi il libro, sei attivamente sfidato a trovare un tuo luogo di ispirazione e utilizzare questa esperienza per la tua creatività individuale. Questo è ciò che rende il libro più di “un semplice tomo da tavolino” o una guida di viaggio seduta sullo scaffale.

Ogni capitolo descrive un particolare luogo di ispirazione. Che vanno dal tranquillo all’emozionante; i luoghi variano da una isolata cima di una montagna austriaca, a un fumoso pub di Oxford o al magico mondo sottomarino delle Fiji. Ma il vero merito di questo libro è che ti incoraggia a trovare il tuo spazio creativo. Jonathan Lee ti aiuta nel tuo cammino fornendo dettagliate istruzioni di viaggio per tutti i luoghi descritti nel libro. Inoltre, 100 nuove idee – intatte e incontaminate dai geni – sono fornite a quei sognatori che hanno bisogno di assistenza creativa.

Davvero una cosa troppo buona

Aldous Huxley descrive il suo posto preferito – il lago Atitlán negli altopiani occidentali del Guatemala – come “davvero una cosa troppo buona”. Le illustrazioni spiegano l’apprezzamento di Huxley, e può essere raffigurato seduto sulla riva del lago a scrivere il suo diario e mescolarsi con gli abitanti dei villaggi indiani locali. Questo è stato il suo momento di stimolo artistico e ha portato a grandi opere d’arte letteraria.

I visitatori della Spagna potrebbero trovare utile fare il viaggio verso sud nella regione di Oasys. È qui che sono stati girati molti dei famosi Spaghetti Western di Sergio Leonie. Gli ammiratori del cinema del selvaggio West sono in grado di meravigliarsi attraverso un set cinematografico simile a Hollywood, completo di saloon, una prigione della contea e una banca fortificata. La città è ora un parco a tema in cui gli attori si esibiscono in spettacoli di cowboy classici almeno una volta al giorno e un must per tutti coloro che cercano la propria esperienza Cowboy e indiana.

Tuttavia, non tutti i posti sono così idilliaci. Il fotografo ungherese Robert Capa ha lottato fino a Omaha Beach per scattare le foto più famose ma inquietanti della sua carriera; Joseph Conrad ha negoziato attraverso le rapide colpite dalla guerra del Congo Belga per scrivere una delle novelle più celebri del XX secolo; e Paul Gauguin lasciò la moglie e la giovane famiglia in fuga dalle pressioni della vita moderna fuggendo in una piccola isola nel Pacifico meridionale.

Sono queste esperienze disastrose che innescano davvero l’immaginazione. L’autore Jonathan Lee ci ricorda che non tutto è perduto quando le cose vanno male. “È mezzanotte e la pioggia sta martellando sul tetto di un monastero in disuso, arroccato su una collina verso la costa nord-occidentale di Maiorca. Dentro una cella umida siede un uomo al pianoforte, devastato dalla tubercolosi e mezzo allucinato. L’uomo è il compositore di 28 anni Frédéric Chopin, ed è alle prese con un’opera che diventerà il suo sublime Opus 28 “.

Disagio, tragedia, ispirazione o gioia, 50 Great Escapes offre idee per esperienze trasformative per tutti noi. Chiunque sia alla ricerca di ispirazione, pensando di trasferirsi all’estero o sia semplicemente interessato a una lettura divertente dovrebbe dare al libro una possibilità.

Altre storie nel libro includono:

  • Ludwig Wittgenstein, Skojlden, Norvegia
  • Frédéric Chopin, Mallorca, Spagna
  • Lord Byron, Europa / Asia
  • I Beatles, Rishikesh, India
  • Sergio Leone, Oasys, Spagna
  • Aleister Crowley, Sukhetar e Ramache, Nepal
  • Gustav Klimt, Attersee, Austria
  • Ernest Hemmingway, Harry’s Bar, Italia
  • Samira Makhmalbaf, Afghanistan
  • Pablo Picasso, Golfe-Juan, Francia

50 Great Escapes è stato pubblicato da Prestel; puoi acquistarlo online su:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Creazione di una società: come avviare la propria attività

18 motivi sorprendenti per visitare il Giappone in questo momento