in

Andata e ritorno! Una storia caramoana

Avete mai sentito parlare di Caramoan? O la spiaggia di Tayak? A meno che tu non sia un fan irriducibile del franchise di Survivor, sono abbastanza sicuro che non l’hai fatto.

Potresti aver sentito che le Filippine sono LA prossima destinazione di viaggio nel sud-est asiatico. Ma mentre i viaggiatori affollano Cebu, Bohol e Palawan, le isole di Caramoan non sono nemmeno considerate nell’itinerario.

E questo è perfetto!

Dov’è Caramoan?

Il comune di Caramoan è situato sulla punta della penisola di Caramoan ed è sede del Parco Nazionale di Caramoan (sì, molte cose si chiamano Caramoan lì).

Con le sue 100 miglia quadrate, Caramoan non è un’area significativa, ma i suoi 45 miglia di costa la rendono una perfetta vacanza tropicale.

Le isole sono diventate famose quando il reality show televisivo Survivor ha deciso di utilizzare la location. Gli Stati Uniti, la Bulgaria, la Serbia, gli Israeliani, Chezh e molti altri, hanno tutti usato quelle isole magiche come terreno di tiro. Ed è così che ho scoperto la magia di Caramoan.

Se hai letto la sezione su di me lo sai già, ma se non l’hai fatto – diversi anni fa, ho giocato in Survivor io stesso, ed è stato il mio primo viaggio, quello che ha cambiato la mia vita per sempre. E sì, è stato girato a Caramoan, nelle Filippine.

Il mio background Caramoan

La mia più grande avventura fino ad oggi – l’evento che divide la mia vita al prima e al dopo. Non riesco a contare le volte in cui mi sentivo giù e sognavo di tornare lì. Vivere di nuovo la vita dell’avventura, vedere di nuovo questo altro mondo.
È stato uno di quei momenti in cui ho deciso di tornare indietro. Il percorso era ancora fresco nella mia mente e avevo la necessità di tornare alla mia spiaggia sacra per una pulizia.

Avanti veloce un volo in ritardo, un volo perso, un autobus rotto e alcune terrazze di riso mozzafiato nella parte nord del paese Ero seduto sull’aereo per Naga, e il mio cuore stava correndo.

In realtà, stavo volando verso la città di Naga, l’unica città nella zona di Camarines Sur con un aeroporto. Una volta a terra, ho esagerato per un taxi fino al centro della città dove si trovava il centro commerciale SM Naga City. Proprio accanto ad essa, ricordai, c’era la stazione degli autobus. Era sorprendente come nulla fosse cambiato. Anche il Pizza Hut che ho mangiato 8 anni fa era ancora nello stesso posto.

Sai, consiglio sempre alle persone di avere i dettagli del trasporto e dell’alloggio preparati prima ancora di salire sul loro primo volo. Mi vergogno di ammettere che ero totalmente impreparato qui.

Non avevo idea di quando partissero gli autobus per Caramoan o dove fosse la loro ultima fermata, e ho finito per aspettare più di 4 ore alla stazione degli autobus.

L’autobus

Lasciate che vi dica qualcosa sugli autobus a Naga. Hai due scelte: un vecchio autobus con aria condizionata o un vecchio autobus senza finestre.

Sono stato fortunato e ho ottenuto quello con l’aria condizionata. È stata una tale avventura in sé. Piccoli sedili solo un bambino poteva adattarsi correttamente, un sacco di bagagli nativi tra cui frutta strana che non avevo mai visto prima (si è rivelato essere Jackfruit) o polli vivi imbottiti in scatole.

C’era anche una TV con filippini che cantavano alcune canzoni reggae di cui non avevo mai sentito parlare. Devono essere stati popolari anche se dal momento che gli altri passeggeri conoscevano ogni parola delle canzoni, e non erano timidi a mostrarlo (TIL: Le Filippine sono la nazione karaoke numero uno).

Quindi ero lì, lottando per adattarmi al mio posto, con un ragazzo del posto che cantava reggae accanto a me e una scatola piena di polli davanti. L’autobus stava sfrecciando sulla strada della giungla scura, e sembrava che sarebbe uscito dalla strada da un momento all’altro. L’intera situazione era così ridicola che comincio a chiedermi: “Cosa ci fai quiSei pazzo?

Poi qualcuno ha aperto una finestra.

Una miscela perfetta di fuoco, pioggia, noci di cocco e aria salata dell’oceano mi riempiva i polmoni e sapevo di essere proprio dove dovevo essere.
Perché sulla Terra dovrei essere altrove?

L’autobus si fermava ogni 15 minuti per prendere o lasciare qualcuno, quindi l’intero viaggio è durato più di 4 ore. Quando siamo scesi, anche se era un tardo pomeriggio, era già buio pesto, e stava versando!

Benvenuti nella giungla tropicale.

Fortunatamente, l’hotel che avevo prenotato solo poche ore fa tramite Facebook, aveva mandato un ragazzo con un triciclo ad aspettarci e in 20 minuti mi stavo preparando a trascorrere la mia prima notte a Caramoan in un accogliente bungalow vicino alla mitica (per ogni giocatore survivor) spiaggia di Gota – il luogo in cui si teneva il consiglio tribale.

Caramoan Journey – Giorno 1

Il mio primo giorno è iniziato con un Botto! Più come con un tuono in realtà, ed è stato il tuono più spaventoso della mia vita. Ho avuto solo due giorni a Caramoan, e non potevo permettermi di perdere nulla a causa del maltempo. Fortunatamente, dopo colazione il cielo era limpido ed eravamo pronti a fare un po ‘di island hopping.

Questa è stata la mia prima isola da un’isola all’altra, e anche se oggi ho dozzine di isole sotto la cintura, questa è stata la più unica di tutte.

Il cielo potrebbe essersi schiarito, ma il mare era ancora piuttosto agitato. Io e il mio amico eravamo accompagnati da due barcaioli locali, e nel giro di 5 minuti nella nostra piccola barca di legno, eravamo già bagnati fradici.

Non mi importava. Ero oltremodo eccitato e non vedevo l’ora che la mia barca si imbarcasse. Volevo vedere ogni isola, mini isola e barriera corallina sulla strada per il mio obiettivo finale: Tayak Beach.

Tayak Beach era il luogo in cui si trovava il mio campo tribale, tanti anni fa. Il posto in cui ho avuto il mio primo momento wow ad alta voce. La laguna tropicale da cartolina circondata da tipiche rocce calcaree filippine e un lago nella giungla nella parte posteriore.

Immagina la mia sorpresa quando la barca è andata nella direzione opposta alla rotta incorporata nella mia mente.

Tayak Beach è l’ultima“, ha detto uno dei barcaioli.

Ok, ho aspettato anni per questo, posso aspettare ancora qualche ora. Vediamo cos’altro Caramoan ha da offrire!

La prima isola del viaggio non era proprio un’isola. Era acqua bassa in mezzo all’oceano con alcuni pozzi intorno. Sembrava un povero uomo Resort delle Maldive e mi è piaciuto molto.

Ho bevuto una noce di cocco, ho scattato alcune foto e mi sono davvero goduto l’acqua cristallina turchese. Non puoi trovarlo in Europa … soprattutto a febbraio.

Anche la seconda isola della giornata non ha deluso. Sembrava costruito per le foto. Una sola barca lasciata sulla riva, uno strano tronco d’albero, alcuni piccoli alberi di legno – tutti gli oggetti di scena che puoi chiedere erano già lì.

E il migliore di tutti – non una sola persona da vedere.

L’isola numero 3 era un’isola su cui mi ricordavo di aver giocato alcune partite. Non era l’isola più pittoresca di Caramoan, e c’erano già alcuni turisti cinesi, quindi ho lasciato la macchina fotografica alle spalle e mi sono goduto la prima nuotata oceanica di febbraio nella mia vita

Non ho potuto fare a meno di simpatizzare con tutte quelle povere anime a casa, che lottavano nel regno congelato negativo-25. In quel momento, ho sentito di aver trovato la chiave della vita!

E infine, era tempo per la spiaggia di Tayak! Ci siamo fatti strada attraverso alcune mangrovie e, dopo un’ora o giù di lì, un’immagine familiare ha iniziato a emergere di fronte a me. Eccolo qui, il mio posto preferito al mondo, il mio tempio sacro – la spiaggia di Tayak!

Gli dei stavano giocando qualche scherzo sinistro su di me; Avevo viaggiato attraverso l’aria, la terra e il mare, solo per intravedere la mia spiaggia e tornare indietro. Per fortuna ho avuto un altro giorno a Caramoan.

Tornati sulla riva, abbiamo fatto una passeggiata intorno alla spiaggia di Gota. Il posto era cresciuto molto dall’ultima volta che sono stato qui. Una volta fatte di bambù, le case erano ora in legno massello e cemento. C’erano pochi hotel e persino un negozio di souvenir di cimeli sopravvissuti.

Le cose migliori erano rimaste le stesse però. Decine di barche da pesca sulla riva, pescatori che fissano le reti e bambini che giocano con bastoni e vecchi pneumatici. Quell’odore di oceano, fuoco e noci di cocco stava riempiendo di nuovo l’aria.

Caramoan Journey – Giorno 2

Il mio secondo e ultimo giorno a Caramoan è iniziato come il primo: cielo cupo e un mare inquieto.

Questa volta ci siamo diretti nella giusta direzione- dritto a Tayak Beach. Lo ammetto, avevo paura. Avevo percorso 10.000 km solo per tornare a questa spiaggia, e cadere a un paio di centinaia di metri da essa sarebbe stato disastroso. In quel momento, stavo seriamente pensando di saltare in acqua e nuotare fino alla riva. Ero abbastanza sicuro di poterlo fare, ma tornare indietro sarebbe stato difficile.

Si è scoperto che avevo qualche dio dalla mia parte dopo tutto! Anche se per me, il mare sembrava peggio del giorno precedente, l’equipaggio della barca ha detto che è abbastanza buono, e possiamo andare in spiaggia. 5 minuti dopo stavo saltando e rotolando intorno alla sabbia come un golden retriever sovraeccitato.

Ce l’ho fatta! Ed era esattamente come me lo ricordavo (con qualche mucchio di spazzatura in più). Potevi ancora vedere i segni sull’albero dove contavamo i nostri giorni, lì.

Ho mostrato al mio amico il campo, gli ho fatto una presentazione su una vita tribale, dove avevamo cucinato, dove abbiamo trovato un lago, una patata, ecc.

In poche ore sulla spiaggia di Tayak, ho assorbito il più possibile ed ero pronto a tornare indietro.
La mia missione era compiuta e mi sentivo così ringiovanito. Come previsto, la mia vecchia spiaggia mi ha ripulito ancora una volta, ed ero entusiasta di andare di nuovo a capofitto nella vita.

La giornata è continuata con due spiagge vicine, una delle quali sembrava uscita da un film (da nessuna parte bella come la mia tayak beach, ovviamente), e poiché il mare stava iniziando a diventare di nuovo agitato, l’equipaggio ha deciso che era ora di tornare a casa.

Seduto sul mio aereo di ritorno a Manila, non ho potuto fare a meno di chiedermi, quando sarà la prossima volta che sarò qui? Ci vorranno così tanti anni di nuovo? Ma qualcosa dentro mi stava dicendo che non sarebbe passato così tanto tempo questa volta.

L’annuncio di fronte a me diceva “Ricordati oggi per il resto della tua vita“, e sapevo che lo avrei fatto. Ricordo questo giorno, il giorno in cui la mia isola mi ha mostrato ancora una volta il percorso, il giorno in cui ho deciso che ero destinato a viaggiare per il mondo e ispirare anche altre persone a farlo!

Alcune informazioni utili su Caramoan

Come arrivare a Caramoan?

– Manila – Naga – Caramoan

Il più conveniente per me – prendere un breve volo da Manila a Naga, quindi prendere l’autobus di 4 ore per Caramoan. Il volo costa circa 3000 PHP / 55 USD e l’autobus da Naga a Caramoan dovrebbe essere di circa 200 PHP / 4 USD. L’East Bound Terminal aka Naga Van Terminal si trova proprio dietro il centro commerciale SM City nel centro della città.
Ho trovato Cebu Pacific la compagnia aerea più economica delle Filippine. Se hai un budget limitato o non ti piace viaggiare in aereo, puoi anche ottenere un viaggio in autobus notturno di 13 ore da Manila a Naga per 20-30 USD.

– Manila – Naga – Sabang Port – Guijalo Port – Caramoan

Invece di fare un lungo viaggio con un autobus scomodo puoi scendere al porto di Sabang e prendere una barca per il porto di Guijalo. La barca dovrebbe costare circa 150 PHP / 3 USD, tempo di percorrenza – 2 ore. Uno a Guijao, fai un giro in triciclo di 30 minuti fino al centro di Caramoan. Se stai facendo questo percorso, assicurati di essere a Naga entro e non oltre le 9:00. L’autobus per il porto di Sabang può richiedere fino a 2 ore e l’ultima barca è alle 11:00.

– Manila – Virac – Porto di Codone – Caramoan

Questo percorso è il più veloce ma anche il più costoso di tutti. Prendi un volo di 1 ora da Manila a Verac (2600 PHP / 50 USD), seguito da un triciclo di 1 ora per il porto di Godon (300 PHP / 6 USD). Una volta lì hai bisogno di un pescatore locale per portarti a Caramoan. Anche se la corsa è di soli 30-40 minuti, il prezzo sarebbe compreso tra 2000 – 3000 PHP / 38 – 57 USD.

Dove alloggiare a Caramoan?

Dove ho alloggiato

Ho alloggiato nei bungalow La Playa nel villaggio dei pescatori di Paniman. Situato proprio sulla spiaggia, erano convenienti, avevano i loro tour da un’isola all’altra e sono stati così gentili da salutarmi sulla “stazione” degli autobus di Caramoan e portarmi al villaggio. Puoi contattarli su Facebook.

Lusso

Tugawe cove resort – piscine a sfioro, spiaggia privata, un lago e viste incredibili ovunque intorno a te. Il miglior resort della zona ma anche il più costoso.

Fascia media

Gota Village – Il luogo in cui le troupe cinematografiche di Survivor soggiornano quando si trovano nella zona. Ottima posizione, proprio sull’iconica spiaggia di Gota, e il personale cordiale farà in modo di avere una grande esperienza caramoana.

Bilancio

Le opzioni di budget non sono sorprendentemente così tanto. Il migliore che ho trovato è stato il Central Discovery Hotel, ma la sua posizione era troppo lontana dalla spiaggia per i miei gusti. Se conosci qualsiasi altra opzione di budget degna di nota, per favore fammi sapere.

Importante: Controlla con il tuo hotel se qualche stagione di Survivor girerà intorno alle tue date. Molte isole (inclusa la mia favolosa Tayak Beach) sono chiuse quando inizia la produzione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Cappadocia Balloon Ride – Tutto quello che devi sapere

Tour degli oranghi del Borneo – Cosa aspettarsi e ne vale la pena?