in

Cosa indossare quando si visitano i parchi nazionali dello Utah in primavera

Alcuni lettori mi hanno chiesto cosa indossare quando si visitano i parchi nazionali dello Utah, quindi ho pensato di condividere alcuni consigli di abbigliamento basati su ciò che ho indossato personalmente e anche su ciò che ho visto indossare da altri viaggiatori durante il mio recente viaggio di 10 giorni con Jucy Campervans. Scopri di cosa hai bisogno!

Dettagli del viaggio nello Utah

Abbiamo trascorso circa una settimana in un viaggio su strada visitando Canyonlands, Arches e Zion – 3 dei Big 5 National Parks dello Utah. Abbiamo anche visitato il dead horse point State park, che era il mio preferito!

È IMPORTANTE NOTARE che non abbiamo fatto viaggi zaino in spalla di più giorni nei parchi nazionali. Per lo più abbiamo fatto i sentieri più brevi di 1-3,5 miglia disponibili per alcuni dei siti più importanti dei parchi.

Ci siamo accampati usando un camper Jucy e ci siamo concentrati sulla maggior parte dei sentieri e dei punti panoramici accessibili in auto. Leggi la mia lista di controllo per il campeggio in auto!

Abbiamo viaggiato a metà primavera dal 23 aprile al 2 maggio. Ha piovuto 1,5 giorni e la temperatura variava da 65/75F di giorno a 35/45F di notte ed era incredibilmente ventoso, il che rendeva il tempo più freddo di quello che era.

Cosa indossare nei parchi nazionali dello Utah

Cosa indossavano gli altri viaggiatori

Anche se non stai facendo un’escursione di più giorni, la maggior parte delle persone indossava abiti di marca all’aperto come North Face, Patagonia, ecc.

A causa del clima temperamentale, indossare capispalla di qualità a strati era importante. Le giacche impermeabili erano l’ideale dato che c’era il sole ma molto ventoso e pioveva sui due giorni.

Uno strato intermedio come una lana merino termica, una felpa con cappuccio o un pile aggiungevano calore quando necessario durante il giorno ed era un must per me di notte.

Personalmente, indossavo una canottiera sotto i due strati precedenti, ma anche altri viaggiatori indossavano magliette.

Gli slip dei viaggiatori andavano dai pantaloni convertibili da trekking ai jeans. Ho indossato i miei pantaloni da viaggio Anatomie e ho persino stratificato le mie termiche di coccole nei giorni più freddi.

Per lo più tutti indossavano scarpe da trekking o sandali anche per fare i brevi trekking che abbiamo fatto sotto le 3,5 miglia. Ho indossato le mie scarpe da ginnastica e ho scoperto che offrivano un supporto sufficiente per le escursioni moderate, ma i livelli più difficili richiedevano un supporto extra. Tuttavia, puoi anche fare la maggior parte delle passeggiate più facili < 1 ora in infradito se lo volessi davvero.

La maggior parte dei sentieri disponibili erano meno di 2 ore andata e ritorno, quindi non ho trovato necessario orientarsi tutti se hai solo intenzione di guidare da un punto di vista all’altro.

A causa del vento, tuttavia, un buon capospalla (giacche e strati) era essenziale per un adeguato calore e principalmente per bloccare i forti venti.

Cosa ho indossato

Ho indossato lo stesso top a maniche lunghe in lana merino per tutta la settimana come mid-layer durante il giorno e anche per dormire. Non aveva odore o sembrava sporco, quindi questo top ottiene un punteggio alto nel mio libro! Un altro oggetto in lana merino che ho trovato utile sono stati i calzini perché sono rimasti asciutti, hanno tenuto i miei piedi caldi e hanno respinto i profumi.

Questi sono gli oggetti che ho preparato per un viaggio di 10 giorni da Los Angeles ai parchi nazionali dello Utah.

Capispalla – Dal momento che le previsioni del tempo non mostravano pioggia (quando siamo partiti) ho solo imballato la mia giacca anatomica resistente all’acqua come una giacca a vento leggera da sovrapporre alla mia felpa con cappuccio Northface Fleece e alla manica lunga atletica Champion leggera. Probabilmente consiglierei un guscio esterno più pratico se stai facendo un campeggio serio e un’escursione, ma il mio era moderato.

Middle Layer – Come accennato in precedenza, ho indossato questo strato di lana merino Ice Breaker sopra i miei top senza maniche ogni giorno della settimana e anche per dormire!

Five Tops – Ho confezionato cinque top senza maniche da indossare come strato più vicino alla mia pelle, compresi i miei due top Adea camisole che potevo indossare ripetutamente senza lavarmi.

Due slip – Ho portato entrambi i miei pantaloni da viaggio Anatomie che è stato bello avere un paio fresco e pulito dopo aver indossato il paio nero per 4 giorni di fila. Avrei potuto metterne in valigia uno e lavarlo, ma in un viaggio breve e frenetico come questo, non volevo fare il bucato.

Cappello e sciarpa – essenziali per bloccare il sole forte insieme a una sciarpa per coprire i nostri volti dalla polvere – le raffiche di vento sono state forti per tutto il viaggio.

Occhiali da sole – un must per il sole e per evitare che lo sporco voli nei miei occhi

Scarpe – Ho indossato scarpe da ginnastica per camminare durante il giorno, infradito per arieggiare i miei piedi una notte e stivali per il resto del tempo. (Dato che non mi piace guidare per lunghi periodi in infradito, ho anche confezionato un paio di comodi appartamenti per i giorni di guida)

Bagagli – Ho usato il mio zaino da giorno Osprey 20L per contenere i miei oggetti durante le passeggiate del giorno e ho imballato tutti i miei effetti personali nel mio zaino da viaggio Osprey Aura 65 che era mezzo vuoto.

Slip termici – pantaloni foderati in pile per dormire e indossati come sottostrato nei giorni o nelle serate molto fredde

Leather Jacket – per proteggermi dal freddo; più di una spesa elegante non è una necessità. Avrei potuto portare una giacca impermeabile di qualità e che avrebbe sostituito la mia giacca a vento sopra e questa giacca, ma è stato bello avere questo pezzo di pelle.

Ice Breaker Hoodie – L’ho portato inizialmente da usare come strato di notte per dormire, ma alla fine è stato così caldo all’interno del Jucy Campervan che l’ho usato più per uscire in campeggio di notte, non per dormire.

3/4 Sleeve Top – Faceva caldo bollente a Los Angeles quando siamo partiti e super freddo nello Utah quando siamo arrivati, quindi per guidare il giorno 2 e 3 ho indossato il top a maniche Adea 3/4 che ha funzionato bene nella transizione climatica e inoltre non ha dovuto essere lavato in modo da poterlo indossare un paio di volte.

Jeans – Li ho indossati per guidare, visitare la città e anche per uscire a Las Vegas.

Sundress – Da quando sono tornato a Los Angeles dopo 2 notti a Las Vegas, l’ho indossato per tornare a casa e il giorno prima a Las Vegas.

Bel vestito – Ho portato un bel vestito per una serata a Las Vegas (insieme ai tacchi).

Consigli essenziali per l’abbigliamento

Se puoi, porta con te oggetti che hanno tessuti ad alte prestazioni come la lana merino che puoi indossare per diversi giorni senza lavarti soprattutto per gli strati di base. Il tessuto ad alte prestazioni può essere trovato nei marchi di abbigliamento sportivo e da viaggio.

Ho confezionato la mia felpa con cappuccio in lana merino e le maniche lunghe e queste sono state fantastiche da avere perché mi hanno tenuto caldo e tostato soprattutto nelle notti fredde in più, non ho dovuto preoccuparmi di lavarli per tutto il viaggio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Cosa mettere in valigia per un viaggio in Arizona

Cosa mettere in valigia per Maui: vestiti, scarpe, costumi da bagno e accessori