Grenada: quando andare e cosa vedere

Grenada quando andare e cosa vedere

Non è il costo del biglietto aereo o la bellezza dell’hotel che ricorderai di più del tuo viaggio a Grenada. È il caleidoscopio di rossi, gialli e verdi che caratterizza il porto di San Giorgio (probabilmente il più bello dei Caraibi) e come quei colori si riflettono nell’acqua cerulea. È il suono delle onde che lambiscono le sabbie morbide di Grand Anse, che riecheggia nelle orecchie molto tempo dopo il tramonto. È l’aroma di noce moscata e vaniglia che si diffonde attraverso Market Square e in tutte le piantagioni di spezie delle isole. È la sensazione calda che si prova nello stomaco e sulla lingua dopo aver assaporato il rum del River Antoine Distillery. Grenada non è solo destinata ad essere vista, è destinata a non esser mai dimenticata.

Grenada: quando andare e cosa vedere

Gli americani hanno da tempo trascurato Grenada (pronunciato gre-NAY-da), optando per isole sempre più cariche di resort. Ma Grenada vale davverola pena di esser visitata. Certo, questa parte delle Isole Windward non presenta i tentacolari all-inclusive o sfarzosi locali notturni di St. Lucia o Barbados. Ma questa è la chiave del fascino di Grenada.

Grenada: quando andare

Il periodo migliore per visitare Grenada è dicembre. Questo singolo mese è inserito tra la partenza della stagione delle piogge e l’arrivo delle folle invernali, rendendolo così il periodo migliore dell’anno. Come il resto dei Caraibi, Grenada sperimenta un aumento del turismo da gennaio ad aprile, quando il tempo negli Stati Uniti e nel Regno Unito è più cupo. Ci si può aspettare che sia il biglietto aereo che le tariffe delle camere aumentino durante questa alta stagione. Estate e autunno hanno precipitazioni regolari e la costante minaccia di uragani, ma se siete disposti a rischiare un aumento del maltempo, troverete le tariffe degli hotel scontate fino al 40 per cento.

Durante la stagione invernale e primaverile gli hotel sono troppo affollati, l’estate è troppo piovosa, ma l’autunno tardivo è il giusto compromesso. Per godervi il miglior tempo e le migliori tariffe, visitate Grenada alla fine di ottobre o novembre.

Se soggiornate lungo Grand Anse è possibile risparmiare anche sui mezzi di trasporto. Gli hotel qui sono raggiungibili a piedi dall’oceano, e minibus servono questa zona (e St. George). Inoltre, durante la bassa stagione, troverai le camere più popolari scontate fino al 40%. Indulgere nella cucina locale non causerà troppi danni al vostro portafoglio perchè molti ingredienti sono prodotti qui. Assicuratevi di risparmiare un pò di spazio per un “oil down”, uno stufato aromatico composto da carne o frutti di mare, verdure, spezie e latte di cocco.

Grenada: cosa vedere

La cultura granadiana è una fusione di influenze francesi, britanniche, africane e caraibiche. Questa nazione, un tempo governata dalla Francia, è ora un Commonwealth indipendente del Regno Unito, ed è conosciuta per il suo atteggiamento rilassato. Nonostante i passati conflitti diplomatici (il presidente Ronald Reagan ha invaso le isole nel 1983 per sedare un colpo di stato marxista), vi sentirete più che benvenuti.

L’inglese è la lingua ufficiale, anche se è più comunemente usato da funzionari pubblici e membri del settore turistico. La gente del posto parla tipicamente l’inglese creolo, una miscela di diversi dialetti africani, inglese e francese.

Dovresti sentirti relativamente al sicuro quando esplori Grenada, anche se i crimini contro i turisti, in particolare le rapine, accadono. Per evitare di diventare una vittima, conservate i vostri oggetti di valore in un luogo sicuro, come in hotel, e non andare in giro da soli di notte, soprattutto in aree sconosciute. Invece, prendere un taxi o noleggiate un’auto. Gli incidenti stradali sono comuni qui: i grenadiani sono noti per fare curve cieche senza pensarci, e i pedoni spesso attraversano la strada senza alcun riguardo per il traffico in arrivo.

La valuta ufficiale in Grenada è il dollaro dei Caraibi orientali (XCD), che è pari a circa 0,40 dollari statunitensi (USD). Tuttavia, il denaro americano è ampiamente accettato; basta non dimenticare di controllare la valuta.

Grenada: come muoversi

Il modo migliore per spostarsi a Grenada è in auto. A meno che tu non abbia intenzione di trascorrere tutto il tuo tempo a Grand Anse Beach o St. George’s, avrai bisogno delle quattro ruote. I minibus pubblici forniscono il trasporto intorno all’isola principale, ma il servizio è piuttosto limitato. È possibile noleggiare un’auto presso l’Aeroporto Internazionale Di Maurice Bishop (GND), precedentemente l’Aeroporto Internazionale di Point Salines, sulla punta sud-occidentale dell’isola di Grenada o in una delle agenzie situate a St. George’s e intorno a Grand Anse Beach. I taxi sono anche abbondanti, ma l’uso frequente può incidere notevolmente nel tuo portafoglio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa ne pensi?

Fughe da un weekend in Europa

Fughe da un weekend in Europa: le migliori 20

tre giorni in america

Le 10 migliori destinazioni per tre giorni in America